Spotorno, il sindaco scrive al Consolato svizzero: "Rivedere la decisione sulla quarantena per i turisti che rientrano dalla Liguria" - IVG.it
Problema

Spotorno, il sindaco scrive al Consolato svizzero: “Rivedere la decisione sulla quarantena per i turisti che rientrano dalla Liguria”

"Questo è un periodo nel quale le presenze dalla Svizzera sono consistenti e quindi la decisione sta avendo un impatto particolarmente negativo con centinaia di disdette"

Generica

Spotorno. Il sindaco di Spotorno Mattia Fiorini, assieme alle associazioni di categoria, ha deciso di inviare al Consolato Generale di Svizzera e al ministro degli esteri una lettera sul “grave tema della quarantena per i turisti svizzeri”.

“Abbiamo appreso della decisione delle autorità Svizzere di introdurre l’obbligo della quarantena per le persone che entrano in Svizzera dopo aver soggiornato per più di 24 ore in Liguria. La decisione sta avendo conseguenze disastrose sulle strutture turistiche nel nostro Comune, già fortemente provate dal periodo di lock-down primaverile e dai problemi della viabilità in estate. Questo è un periodo dove tradizionalmente le presenze provenienti dalla Svizzera sono consistenti e quindi la decisione della Sanità Pubblica Svizzera sta avendo un impatto particolarmente negativo con centinaia di disdette”.

“Crediamo che la decisione sia maturata su dati disomogenei riferiti a territori anche lontani fra loro; in particolare la provincia di Savona e tutta la Riviera di ponente sono ben al di sotto dei livelli di attenzione, con soli 21 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni (Dati Alisa). In virtù di questi dati chiediamo di tornare sulla decisione, almeno per quanto riguarda il nostro territorio, e ripristinare quindi la libera circolazione turistica tra i nostri Paesi”.

Di seguito il testo della lettera inviata.

Abbiamo appreso della decisione delle autorità Svizzere di introdurre l’obbligo della quarantena per le persone che entrano in Svizzera dopo aver soggiornato per più di 24 ore in Liguria.

La decisione sta avendo conseguenze disastrose sulle strutture turistiche nel nostro Comune, già fortemente provate dal periodo di lock-down primaverile e dai problemi della viabilità in estate.

Questo è un periodo dove tradizionalmente le presenze provenienti dalla Svizzera sono consistenti e quindi la decisione della Sanità Pubblica Svizzera sta avendo un impatto particolarmente negativo con centinaia di disdette.

Crediamo che la decisione sia maturata su dati disomogenei riferiti a territori anche lontani fra loro; in particolare la provincia di Savona e tutta la Riviera di ponente sono ben al di sotto dei livelli di attenzione, con soli 21 casi ogni 100.000 abitanti negli ultimi 14 giorni. (Dati Alisa)

In virtù di questi dati chiediamo di tornare sulla decisione, almeno per quanto riguarda il nostro territorio, e ripristinare quindi la libera circolazione turistica tra i nostri Paesi.

leggi anche
  • "no, tu no"
    La Svizzera quarantena chi arriva dalla Liguria, la Regione protesta: “Dati falsati, ci si limiti al cluster spezzino”
    test sierologico covid
  • Dialogo
    Coronavirus, Toti: “Di Maio mi ha garantito l’intervento del governo. La Svizzera riconsideri la decisione”
    Giovanni Toti

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.