IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, la Lega scarica l’assessore Levrero: “Riesamineremo il suo operato”

L'assessore finisce sul banco degli imputati dopo le critiche alla polizia locale

Più informazioni su

Savona. “Vi sarà modo di chiarire alcune posizioni ed opinioni recentemente espresse dall’Assessore Levrero, forse equivocate o mal contestualizzate, approfittando dell’occasione per riesaminare, contestualmente e opportunamente, l’operato del suo assessorato durante il suo mandato, in quanto delegato alla sicurezza”. Una frase “formale” e all’apparenza non eccessivamente aggressiva, ma la traduzione è fin troppo chiara: l’assessore alla sicurezza Roberto Levrero finisce sotto accusa.

Galeotte alcune critiche rivolte alla polizia locale. L’assessore ha raccontato di aver sedato in prima persona un accenno di rissa in piazza del Popolo alcuni giorni fa, mettendo “in fuga” una decina di contendenti. Con una tirata d’orecchie al comando in cui invitava, in sostanza, gli agenti a impegnarsi di più aumentando i sevizi di pattuglia. Una presa di posizione che, anche alla luce delle difficoltà di organico della polizia locale, non è piaciuta né ai diretti interessati né alla maggioranza di cui Levrero fa parte.

E così, in poche ore, sono arrivate prima la presa di distanza del sindaco Ilaria Caprioglio e ora una vera e propria “reprimenda” da parte della Lega savonese. Che però non si limita a difendere l’operato della polizia locale, ma mette Levrero (da più parti indicato come l’assessore meno “presente” della giunta) sul banco degli imputati: se il riferimento al “chiarire posizioni e opinioni” può essere stemperato da una concessione (“forse equivocate o mal interpretate“), quel sibillino “riesaminare, contestualmente e opportunamente, l’operato del suo assessorato durante il suo mandatonon la spazio a dubbi.

“Riprendiamo le parole di Matteo Salvini: ‘Tra guardie e ladri noi staremo sempre dalla parte delle guardie’, ad intendere che le forze di polizia vedranno sempre la Lega schierata dalla loro parte – scrive la segreteria cittadina – in particolar modo nelle città come Savona dove, a causa di scellerate gestioni del personale da parte di amministrazioni di sinistra, il corpo di polizia locale non vede nuove assunzioni da oltre un decennio. Pertanto, la Segreteria cittadina della Lega, esprime massima vicinanza e solidarietà agli agenti della municipale, già impegnati con tanto sacrificio, oltre le proprie possibilità, considerate le poche risorse a disposizione, comprendendo e condividendo le preoccupazioni espresse dalle RSU”.

“L’attuale insensata politica nazionale del governo su immigrazione e sicurezza, con relativa totale mancanza di sostegno tangibile alle forze dell’ordine, rende non più accettabile, da qualsiasi parte arrivi, lo ‘scaricabarile’, è giunto invece il momento di assumersi le proprie responsabilità da parte di chi è stato preposto ad affrontare le problematiche in ambito istituzionale. I savonesi hanno bisogno di decoro e sicurezza, ormai la misura è colma”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.