IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona Calcio, Enzo Grenno: “Una società sportiva all’insegna del ‘tutti utili ma nessuno indispensabile'” fotogallery

Riguardo alla BMC, "è uno sponsor che probabilmente settimane fa potevamo giusto sognarci di notte"

Savona. Enzo Grenno, ventiquattro anni dopo, torna ad essere presidente del Savona Calcio. Lo era stato dal 1987 al 1996, quando da un fallimento nacque il Savona 1907 Foot-Ball Club, che sotto la sua presidenza trascorse un decennio in quella che prima era Interregionale e poi Campionato Nazionale Dilettanti, paragonabile all’attuale Serie D.

grenno

I colori biancoblù hanno vissuto un altro fallimento ed ora è nuovamente Grenno a tenerli vivi, creando una nuova società. “Un’operazione fatta con il cuore e tanta incoscienza – ammette -, quella che probabilmente non avevo utilizzato al completo trent’anni fa. È una scommessa che tutto sommato va ad investire una situazione azzerata completamente, quindi per certi versi questo può rappresentare una fortuna, come una serie di problematiche maggiori di quanto non potrebbero essere”.

Le motivazioni non mancano. “Però è un qualcosa che mi sprona a far bene – dice il presidente -. Mi piace decisamente il gruppo che siamo riusciti a mettere in piedi, sostanzialmente tutti savonesi. Ritengo sia una cosa rarissima, per trovare una cosa similare bisogna andare indietro almeno di ottant’anni, se non qualcosina in più. Mi piace la tipologia di organizzazione che abbiamo messo in piedi e l’organigramma che abbiamo presentato ne è una dimostrazione: praticamente è una società sportiva dove qualunque membro può essere all’occorrenza sostituito senza che il lavoro globale ne possa andare a risentire. Quindi la politica del ‘tutti utili ma nessuno indispensabile‘, a partire proprio a partire dal presidente. Questa mi pare che sia una cosa decisamente significativa ed unica”.

Il main sponsor BMC è di livello internazionale. “Mi ha portato un po’ indietro con la mente a quando noi, unicamente alla Lazio Calcio, avevamo la Del Monte – ricorda Grenno -. È uno sponsor che probabilmente settimane fa potevamo giusto sognarci di notte, per svegliarci al mattino scoprendo che era solo e soltanto un sogno. È un sogno che si è realizzato, è un marchio che non ha bisogno di presentazione. Oltretutto io, con gli impegni annuali che ho da tanto tempo nell’ambito del ciclismo, col Giro d’Italia e le classiche, ce l’ho sott’occhio costantemente, ma certamente non avrei mai di poterlo avere sulla maglia di una squadra che ho l’onore e l’onere nuovamente di rappresentare”.

Questa presentazione e la prossima, relativa a giocatori e maglie, hanno sede in luoghi molto rappresentativi della città. “A mio modo di vedere sono i due punti più interessanti e più legati dal punto di vista della cultura e della tradizione alla città di Savona. Noi vogliamo comunque, nel tempo, riuscire a rappresentare un qualcosa di indelebile, proprio all’interno della cultura della città di Savona. Questa riteniamo possa essere la giusta partenza” conclude Grenno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.