IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riprendono le lezioni nelle scuole di Albenga e Alassio foto

Tomatis: "Dobbiamo affrontale le difficoltà con serenità e con la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile per mettere i bambini in sicurezza"

Albenga/Alassio. Con una decina di giorni di ritardo rispetto ai loro compagni di tutta la provincia, che sono tornati sui banchi già il 14 settembre, anche “a causa” delle elezioni regionali e del referendum che hanno occupato le aule con i seggi, quest’oggi anche gli alunni di Albenga e Alassio hanno ripreso l’attività didattica.

I bambini di Albenga ritornano a scuola

Per gli alunni del comprensivo I e II di Albenga al suono della campanella si è sostituita la voce al microfono di insegnanti e dirigenti scolastici che hanno spiegato le norme di accesso agli edifici scolastici e le regole da tenere in classe. Il clima è stato sereno e ordinato, ma l’emozione era chiaramente percepibile, non solo tra i bambini e i loro genitori, ma anche nelle maestre che questa mattina hanno rivisto molti dei “loro” bambini e hanno accolto i nuovi arrivati con un entusiasmo che le norme anti-Covid non hanno spento.

Ad accogliere i ragazzi di Albenga c’erano il sindaco Riccardo Tomatis e l’assessore Silvia Pelosi: “Quello che inizia oggi sarà un anno particolare, difficile, in cui ci vorrà la collaborazione di tutti – ha detto il primo cittadino ingauno – Credo sia arrivato il momento di mettere da parte le polemiche e affrontare questa nuova situazione con una programmazione attenta che abbiamo studiato in piena collaborazione con i dirigenti scolastici, il corpo docente e tutti i collaboratori scolastici, ma anche e soprattutto attraverso una valutazione progressiva che faremo giorno per giorno sulla base del mutamento delle condizioni di questa infezione. Gli insegnanti fanno questa professione per passione e parlando con alcuni di loro mi hanno spiegato come trasmetteranno agli alunni tutti i principi di igienizzazione delle mani e di distanziamento necessari per ridurre al minimo le eventuali possibilità di diffusione del virus. Hanno adottato dei sistemi creati apposta per i bambini che li recepiscono come un gioco, ma un gioco utile per far si che questa infezione non si diffonda.

“E’ una situazione nuova, che non conosciamo, che dobbiamo gestire giorno per giorno. I docenti ce la metteranno tutta. Perché è inutile nasconderlo: abbiamo la classe insegnanti migliore del mondo. Fanno questa professione per passione, non per interesse o per denaro. I ragazzi devono fare i bambini e i genitori devono darci una mano. C’è stato tempo per prepararsi, ma ogni giorno le cose cambiano – ha aggiunto il primo cittadino – Oggi ci troviamo in una situazione che ci permette di partire con una certa sicurezza. Ci saranno problemi, ci saranno giornate di chiusure, ma dobbiamo affrontarle con serenità e con la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile per mettere i bambini in sicurezza. Mando dunque un abbraccio ad insegnanti e operatori scolastici, ai bambini e ai genitori. A tutti voi auguro un bellissimo anno scolastico”.

​“Primo giorno di scuola per le materne, le elementari e le medie di Alassio – Fabio Macheda, assessore alle politiche Scolastiche stamani ha visitato personalmente le nuove aule realizzate presso la Colonia di Busto Arsizio – un primo giorno, con i tempi necessari per consentire il completamento delle opere necessarie a garantire il distanziamento sociale degli alunni senza con ciò perdere l’utilizzo delle aree comuni e dei servizi come mense, palestre e aule specifiche”.

Quello che l’amministrazione Melgrati Ter ha aperto, per far fronte all’avvio del nuovo anno scolastico nel rispetto delle normative legate all’emergenza sanitaria, è un cantiere, suddiviso su più plessi scolastici, del valore di 120mila euro.

“Non volevamo che i nostri ragazzi e le nostre ragazze rinunciassero a servizi a nostro avviso rilevanti in un quadro formativo già gravato dalle norme sanitarie – prosegue Macheda – così, grazie alla disponibilità del Comune di Busto Arsizio che ci ha concesso in comodato d’uso gratuito tutto un piano della loro colonia in Via Borri, siamo riusciti a trasferire qui le scuole materne, realizzando le nuove aule per la prima elementare al primo piano del plesso di Via Neghelli. Inuovi locali della materna in Via Borri, sono molto belli – aggiunge – non solo perché sono fronte mare, ma perché sono funzionali rispetto alla sicurezza degli accessi. Le aule si affacciando su una grande terrazza e ciascuna classe può entrare direttamente in aula dalla propria porta del terrazzo anche in caso di maltempo, poiché parte del terrazzo è anche coperto. Le aule sono ampie con a disposizione per il gioco esterno sia la propria terrazza, sia un’area dedicata sul retro”.

“Il terzo cantiere è stato aperto presso l’Istituto Don Bosco dove è allocata anche la scuola statale. Anche qui abbiamo individuato e predisposto tre nuove aule per consentire il distanziamento tra gli alunni in classe previsto dalla normativa. Anche in questo caso corre l’obbligo di ringraziare l’Istituto Salesiano per aver concesso l’uso dei nuovi locali. Anche qui come in tutti i plessi l’aumento del numero di aule ha permesso di non rinunciare ai locali e al servizio mensa che partirà dal 5 ottobre, alla palestra e all’aula multimediale”.

Confermato anche il servizio di scuolabus, con le stesse linee dello scorso anno con l’aggiunta del servizio per Via Borri, delle scuole materne. Il servizio è espletato da TPL Linea srl. Coloro che intendono utilizzare il trasporto Scuolabus dovranno presentare domanda compilando l’apposita modulistica, reperibile sul sito del Comune di Alassio – Avvisi e Novità. Per ovvie ragioni assicurative, non potranno essere accolti sugli scuolabus bambini non iscritti al servizio.

“Ripartiamo insieme e guardiamo con occhi nuovi al futuro, per renderlo migliore dopo il Covid – si legge nel messaggio che l’assessore Macheda ha inviato alle famiglie degli alunni e delle alunne – Ripartiamo dalla conoscenza, dal dialogo, dalle buone relazioni, da sani stili di vita, da una progettualità vivace che metta sempre al centro i nostri giovani, per i quali la scuola rappresenta il cuore della vita e il luogo della speranza. A tutti voi, grandi e piccini, buon anno scolastico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.