Ritorno alla tradizione

Rientro a scuola, Coldiretti: “Merenda da casa per un bambino su tre”

Stop al tradizionale scambio tra compagni di classe per evitare contagi. Sì a spuntini 100% Made in Liguria

focaccia

Liguria. Per più di uno studente su tre (35%) merenda preparata a casa da genitori e nonni con frutta, panini semplici, focacce e torte casalinghe che sorpassa l’acquisto di prodotti confezionati, (25%) o pizza, o cornetti freschi al negozio (7%).

L’inizio dell’anno scolastico segnato dall’emergenza Covid ha costretto gli italiani a cambiare le proprie abitudini: la necessità di mantenere le distanze sociali e ridurre al minimo i contatti esterni ed i rischi di contagio ha favorito un forte ritorno al fai da te casalingo, con il coinvolgimento spesso di genitori e figli nella preparazione. Un bisogno di sicurezza che ha fatto anche sparire il tradizionale scambio di merende tra i compagni di classe.

“Preparare la merenda per i bambini tra le mura domestiche oltre a facilitare la riduzione dei contatti esterni, porta ad una svolta salutistica importante anche dal punto di vista nutrizionale, dal momento che il 54% dei bambini italiani faceva una merenda inadeguata, con il consumo di alimenti confezionati con eccessiva densità calorica” affermano il presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il delegato confederale Bruno Rivarossa.

“Senza dimenticare che, anche in Liguria, si coglie così l’occasione per la riscoperta delle tradizioni e delle ricette tipiche del territorio: dalle crostate con confetture locali alle torte di verdure, dalla stroscia,  dolce del ponente ligure a base di olio extravergine d’oliva taggiasca ai canestrelli, e per chi ama il salato non può mancare la classica focaccia alla genovese e la sardenaira, la cugina ligure della pizza. Per preparare merende gustose a km 0 consigliamo di scegliere gli ingredienti direttamente dalle imprese agricole del territorio o presso i mercati di campagna Amica Liguria dove è sempre possibile trovare prodotti freschi, genuini e interamente a km0” concludono.

leggi anche
Generica
Economia del territorio
Agroalimentare, Coldiretti Liguria: “Calo dell’8% ma il settore resiste rispetto ai maggiori settori industriali”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.