IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali, l’ondata “green” non c’è stata: flop di Europa Verde

Il consigliere federale dei Verdi, Danilo Bruno, commenta l'esito delle regionali

Più informazioni su

Liguria. Se in Europa e in altre realtà la componente ecologista ha ripreso consensi e spinta politica, non così si può dire per la Liguria, almeno stando ai risultati di queste elezioni regionali dove “Europa Verde” non ha certo dato il suo contributo alla coalizione di Sansa.

“Sono state elezioni strane per il periodo,il Covid-19 ma, visto il risultato, ora si sente dire quasi come una litania è finita come si sapeva che sarebbe finita… Europa Verde e Demos non hanno avuto un buon risultato elettorale ma, se si parte da cinque anni fa, quando i Verdi non erano in grado di mettere in campo delle liste potremmo dire che abbiamo ottenuto un primo significativo risultato: essere presenti in tutte e quattro le circoscrizioni” afferma Danilo Bruno di Europa Verde.

“Vorrei ringraziare Ferruccio Sansa per l’impegno profuso in questa campagna, augurandomi che la sua decisione di rimanere nel Consiglio regionale ligure possa costituire la premessa per la costruzione di una alleanza civica ed ecologista in Liguria”.

“Su questo punto e su altri due bisogna fare un breve ragionamento: Sansa si è presentato con un programma fortemente innovativo sotto il profilo ecologista e civico con puntuali e precisi impegni in termini di risorse finanziarie e di progetti da portare avanti. Ricalcava il programma di Europa Verde tanto che alla domanda rituale in campagna elettorale su quale fosse il nostro programma? Abbiamo sempre distribuito quello di Sansa, integrandolo esclusivamente per la parte concernente i diritti animali. La Liguria non lo ha capito? Nessuno legge più i programmi? Dobbiamo fare una seria valutazione partendo dal dato che la presenza di un partito su di un territorio o esiste e cresce col tempo o non si può inventare nelle occasioni elettorali con i migliori programmi del mondo.In tale senso dovrebbe muoversi la decisione nazionale di costituire i circoli di Europa Verde radicati sul territorio”.

“Sansa è stato lasciato quasi solo ad affrontare la campagna elettorale dove Pd e Cinque Stelle non si sono quasi visti e dopo una triste stagione di mal di pancia e di contorcimenti lo hanno individuato come candidato (punto su cui solo Europa Verde non è mai venuta meno) per continuare il tema “tanto vince Toti”, “facciamo poca strada”… Ma Pd e M5s hanno il coraggio di affrontare responsabilmente l’elettorato o pensano che le persone non abbiano una testa per ragionare e i cervelli liguri siano ormai all’ammasso”.

“Evidentemente si trattava di portare a votare le persone che non ci andavano da tempo, ma cosa si è fatto in tal senso? Forse liti fra i vari candidati e candidate delle forze maggiori per emergere? Cosa si è fatto per spiegare che si trattava di una scelta di civiltà? Queste e altre domande sono legittime…” conclude il consigliere federale della Federazione dei Verdi e membro dell’esecutivo regionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.