IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali, Distilo (FdI) fuori per un soffio. Lo sfogo: “Albenga a nescia”

Ora il “ritorno” in consiglio, ma più di uno in maggioranza storce il naso

Albenga. “Concedetemi una frase: Arbenga a nescia”. Inizia così il post di sfogo sui social, su Facebook, di Diego Distilo, candidato consigliere alle Regionali 2020 con Fratelli d’Italia, a cui è sfuggita l’elezione davvero per un soffio. 

Rabbia comprensibile, quella di Distilo, che, seppur specificando di “non voler far polemica” e “ringraziando comunque tutti”, si è comunque tolto i classici sassolini dalle scarpe. E non lo ha fatto certo in punta di piedi, come nel suo stile. 

Duplice l’interpretazione del post, che racchiude evidentemente una doppia frecciata, sia a livello politico che ai cittadini ingauni: “Per una percentuale pari a circa 0,13% non siederò in consiglio regionale facendo felice molte persone”, ha infatti specificato Distilo nel suo sfogo, con chiaro riferimento ai tanti rivali politici che gli hanno fatto campagna contro. 

Ma poi arrivano le stilettate dirette agli ingauni, e non certo velate: “Continuiamo così, mi raccomando. E poi lamentiamoci nelle piazze, per le vie e nei bar della nostra splendida città. Ora le lamentele sulla sanità e altro cercate di comunicarle agli eletti sono certo che saranno ottimi interlocutori”, ha aggiunto ancora. 

E adesso? Ora Distilo farà “ritorno” (a dire il vero non se ne è mai “andato”) tra i banchi del consiglio comunale, in qualità di presidente, seppur, almeno per ora, senza le deleghe alla “fattibilità delle società multiservizi” e al “patrimonio”, entrambe rimesse al sindaco prima di candidarsi con Fdi. 

Ma quello che desta curiosità è l’equilibrio interno alla maggioranza del sindaco Riccardo Tomatis. Non è certo in discussione il prosieguo del lavoro della giunta, ma la compattezza evidente prima della campagna elettorale regionale ora scricchiola, e non poco. 

Benché Distilo abbia spiegato ai colleghi le sue intenzioni e motivazioni prima della candidatura (scelta apprezzata da tutti), è innegabile che la scelta di candidarsi con un partito di destra non sia andata giù ai componenti di un’amministrazione che, in massa, si sono schierati in favore di candidati di centrosinistra (in particolare Jan Casella e Massimo Niero) e qualcuno anche per Pietro Balestra (Liguria Popolare), di destra sì, ma ben più moderata di Fdi. 

E non possono non tornare alla mente anche le parole pre-voto del segretario del Pd albenganese Ivano Mallarini (leggi qui), che aveva dichiarato apertamente: “Distilo si candida con Fratelli d’Italia, in una lista che ha valori antitetici rispetto a quelli del Partito Democratico. Questo non potrà essere dimenticato”.

Una questione più che spinosa, dunque, che passa ora nelle mani del sindaco Riccardo Tomatis. Il primo cittadino ingauno ha “negato spaccature interne”, ma il conflitto politico è più che evidente, e si è detto dunque “pronto a riunire la maggioranza” (già oggi) per un “confronto doveroso”. 

“Distilo non si è mai dimesso da presidente del consiglio e non è certo nei poteri del sindaco dare o togliere quella carica, che è ad elezione. Ha rimesso le sue due deleghe, ma ora è prematuro dire se gli saranno riassegnate o meno. È passato troppo poco tempo dalle elezioni Regionali e non l’ho nemmeno ancora incontrato né sentito dopo il voto”, ha spiegato Tomatis.  

“Comunque, proprio questa sera ho convocato una riunione di maggioranza. Non credo parleremo delle Regionali perché è ancora troppo presto. Sicuramente un confronto ci sarà, è doveroso, ma preferisco aspettare e fare poi riflessioni più ampie a mente fredda”, ha dichiarato il primo cittadino di Albenga. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.