IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2020, secondo “faccia a faccia” di IVG: a confronto le “Bandiere ingaune”

Sarà un dibattito a 360 gradi, con tempi contingentati e regole ferree: spazio anche alle domande dei lettori

Quattro politici, tutti della zona che va da Alassio a Ceriale, tutti rappresentanti di un determinato schieramento da tanto a lungo da essere in qualche modo identificabili con quello. Jan Casella è da sempre “il comunismo” ad Alassio; Eraldo Ciangherotti è da tempo immemore ad Albenga il fedelissimo di Berlusconi; Vincenzo Munì è sempre stato nel centrosinistra e rappresenta oggi il volto ingauno di Italia Viva; Rodolfo “Rudy” Sanna è storicamente il nome a cui pensi quando dici “MoVimento 5 Stelle” a Ceriale.

Dopo la prima sfida di venerdì (con i cinque sindaci candidati in Regione), saranno le “Bandiere ingaune” domani, lunedì 7 settembre alle ore 15.30, i protagonisti del secondo “faccia a faccia” virtuale di IVG. Un titolo, “Bandiere ingaune”, che abbiamo scelto perché i quattro candidati sono accomunati appunto da due fattori: la vicinanza geografica e la lunga e ben identificabile “militanza”.

Dibattiti interattivi e online, come la pandemia di Covid-19 impone, al posto degli ormai “tradizionali” faccia a faccia organizzati da IVG sul territorio. Un modo per dare a voi lettori uno strumento “in più” con cui valutare a chi dare la vostra preferenza: non una mera esposizione di programmi (spesso simili e comunque riportati in tutto il materiale elettorale), bensì un confronto nel quale valutare realmente la competenza, la preparazione e l’autorevolezza di chi vi chiede il suo voto per queste elezioni regionali.

Proprio per non agevolare i candidati abbiamo deciso di non raggrupparli per “temi prestabiliti”: a sfidarsi saranno invece politici che hanno qualcosa in comune, un ruolo o un percorso politico, in modo da poter valutare al massimo il valore di ognuno in un dibattito a 360 gradi su tutti i temi caldi del nostro territorio.

Le regole saranno, per quanto possibile, le stesse dei dibattiti dal vivo organizzati da IVG in questi anni: i tempi di risposta saranno ridotti a 60 secondi, e soltanto due volte il giornalista concederà ai candidati di “sforare” per altri 30 secondi. Per tre volte, inoltre, potranno chiedere di replicare a quanto detto da un avversario.

La forma online, infine, ci permetterà di potenziare l’interazione con i lettori: nei commenti infatti potrete postare le vostre domande ai candidati, che saranno chiamati in diretta a rispondere.

Appuntamento dunque domani alle 15.30, sul nostro sito o sulla pagina Facebook di IVG, per il confronto più “caldo” dell’area ingauna.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.