IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regionali 2020, Bozzano: “Savona in sofferenza, occorre ricreare la struttura di risposta alle esigenze dei cittadini”

"Per colmare lo spazio istituzionale oggi vuoto occorre votare una persona del nostro comprensorio in Regione"

Liguria. Ribadire il ruolo “prevalente” di Savona quale città capoluogo. E’ questa la chiave per rilanciare il levante e tutta la nostra provincia secondo Alessandro Bozzano, candidato alle regionali per la lista Toti Presidente.

Alessandro Bozzano regione

“La pandemia ha fatto emergere una serie di situazioni prima inimmaginabili – spiega – E’ vero, il nostro capoluogo di provincia è molto debole e questa debolezza si ripercuote direttamente o indirettamente su tutta una serie di altre realtà, collaterali, non meno importanti, che devono essere sinergiche con un’idea di sviluppo della nostra provincia. Ma questa idea di sviluppo deve portare un elemento essenziale: la prevalenza del Comune di Savona”.

“Savona è il capoluogo, quindi è quel soggetto giuridico e istituzionale deputato ad essere il primus inter pares, a formare quel collegamento di intenti anche sotto il profilo dello sviluppo economico, dello sviluppo del lavoro, dello sviluppo turistico. I comuni dell’hinterland, da Varazze a Bergeggi hanno economie variegate: per alcuni sono incentrate quasi esclusivamente sul turismo, altre riescono a convivere con economie diverse, come Vado Ligure. Savona in questo difetta: manca un disegno organico e un disegno di sviluppo complessivo del nostro territorio che parta dalle infrastrutture per arrivare al turismo, ai servizi al cittadino, alla pulizia della città, all’Ato unico sui rifiuti, che sarà un punto di sviluppo turistico e non solo del lavoro”.

Insomma, il capoluogo deve “recuperare la centralità del ruolo. Lo abbiamo visto con l’ospedale San Paolo e col centro crocieristico: i media parlano della partenza delle crociere di Costa da tante località italiane ed internazionali ma non citano Savona. Questo è sintomatico di come Savona sia una città che soffre e ha bisogno di un programma ed un progetto organico di sviluppo. Questo programma si può e si deve avere ricreando il collegamento tra porto e realtà turistiche, culturali ed economiche; insomma, ricreando una struttura di risposta alle esigenze dei cittadini. Questo è ciò che bisognerà ridare alla città e al comprensorio”.

E come fare per colmare questo spazio istituzionale oggi vuoto e che dovrebbe invece occupare Savona? “Votando una persona del nostro comprensorio in Regione. Ed è per questo che io mi propongo come candidato della lista Toti Presidente e chiedo di scrivere ‘Bozzano’ come preferenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.