IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedale di Cairo, inaugurato il nuovo reparto di Comunità

20 posti letto e attrezzature necessarie alla cura ed assistenza di pazienti non autosufficienti

Cairo Montenotte. Avvio dei ricoveri nel nuovo Reparto di Comunità aperto all’Ospedale San Giuseppe, che dopo il periodo del lockdown riprende le attività anche di degenza. Una risorsa, questa nuova struttura, già attivata al presidio di Savona, ma che a Cairo avrà la caratteristica ulteriore legata alla riabilitazione dei pazienti “fragili” in post acuzie, che non necessitano di riabilitazione intensiva.

Ieri mattina all’inaugurazione, il Commissario Straordinario Paolo Cavagnaro, insieme agli operatori del nuovo reparto, hanno voluto presenziare con un saluto di buon avvio alla partenza di questa esperienza, che in questo anno difficile intende rappresentare anche un segnale di ripresa e di impegno verso quei pazienti, spesso più fragili ed anziani, che necessitano di particolare attenzione ed assistenza.

Il direttore delle Professioni Sanitarie, dott.ssa Monica Cirone dichiara “Soddisfatti per l’avvio della nuova struttura che consentirà alle famiglie e ai pazienti di effettuare un percorso di dimissioni protetto, affiancati dai medici e dai fisioterapisti dell’Ospedale di Cairo Montenotte”.

Il nuovo reparto, dotato di 20 posti letto e di attrezzature necessarie alla cura ed assistenza di pazienti non autosufficienti, sarà gestito e coordinato a livello infermieristico con la supervisione di medici e fisiatri e la collaborazione di un team pluri-professionale, verranno coinvolti, quando possibile, anche i medici di famiglia.

In Valbormida inoltre è già attivo il servizio di infermiere di famiglia e di comunità che si occupa di gestire i pazienti fragili e con patologie croniche al proprio domicilio, in particolare nelle zone disagiate. Questa figura potrà prendere in carico il malato e la famiglia che lo assiste per controllare l’eventuale riacutizzarsi delle patologie mantenendo il più possibile il paziente nella sua casa.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.