IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’arte albisolese in trasferta a Montelupo Fiorentino per “Contact MMXX”: applausi per gli artisti Gabriele Resmini e Luca Pellegrino  foto

Alla presentazione presenti anche gli assessori delle due Albisole Simona Poggi e Nicoletta Negro

Albisola/Montelupo Fiorentino. Venerdì 25 settembre gli artisti albisolesi Gabriele ‘mrCorto’ Resmini e Luca Pi Pellegrino di Officina900 hanno portato la loro arte oltre regione per raggiungere Montelupo Fiorentino dove è stata presentata la mostra Contact MMXX. A tifare per loro anche l’assessore di Albisola Superiore Simona Poggi e il vicesindaco di Albissola Marina Nicoletta Negro.

Il progetto presentato è la “versione matura di una primordiale serie di prove realizzate durante la residenza d’artista in Cina da parte di mrCorto e Patrizio Bartoloni, dell’omonima bottega toscana”. I due artisti infatti hanno reinterpretato in chiave contemporanea tre vasi della tradizione albisolese e tre di quella montelupina, non solo nella forma, “che è diventata pura essenza di design”, ma anche nelle decorazioni, che sono state inserite all’interno di grafiche mirate. “Un altro tentativo riuscito di innovazione è stata la scelta dei materiali non ceramici che rifiniscono le restanti parti dei vasi – affermano dalla critica – velluto, vernici da carrozziere, foglie metalliche e persino il particolare effetto ‘fibra di carbonio’ dato dalla cubicatura”.

Matteo Zauli, direttore del Museo Carlo Zauli di Faenza e curatore della mostra, illustrando il raffinato allestimento all’interno delle rinnovate Fornaci Cioni Alderighi (inaugurate anch’esse per l’occasione,) ha parlato di “un progetto che apre un capitolo di storia della ceramica italiana, o perlomeno ne suggerisce uno svolgimento possibile, tra affetto verso la tradizione e passione contemporanea”.

Il vernissage organizzato dal Museo di Montelupo sotto la direzione della dottoressa Benedetta Falteri ha visto tra gli ospiti gli assessori alla cultura Simona Poggi e Nicoletta Negro insieme al vicepresidente dell’Associazione Italiana Citta della Ceramica e sindaco di Montelupo Paolo Masetti; il segretario europeo Beppe Olmeti, la direttrice del Museo Gianetti di Saronno Mara De Fanti e numerose altre personalità del mondo ceramico, critico e artistico.

A novembre la mostra si sposterà al Museo Carlo Zauli di Faenza, dove è previsto anche un workshop per professionisti tenuto dagli artisti. La terza tappa al Museo Manlio Trucco di Albisola Superiore vedrà un’attività didattica della quale gli artisti vogliono mantenere riserbo per arricchire la mostra. Ultima ma non per importanza sarà la tappa di Saronno al Museo Gianetti, anch’essa caratterizzata da un piccolo ampliamento. Chi volesse maggiori informazioni può consultare il catalogo edito da Fondazione Museo Montelupo in vendita on line o presso Officina900 ad Albisola Superiore.

In occasione l’assessore per il Comune di Albisola Superiore Simona Poggi commenta: “Sono orgogliosa che nel mese di dicembre la mostra approderà al Museo Trucco di Albisola Superiore città dove lavorano i due giovani e intraprendenti artisti Gabriele Resmini e Luca Pellegrino. Albisola si conferma ancora una volta patria dell’arte a pieno titolo nel circuito AICC che collega le principali realtà italiane della ceramica. È importante promuovere e incentivare le iniziative degli artisti e valorizzare le manifatture, grande patrimonio delle due Albisole”.

Anche il vicesindaco per il Comune di Albissola Marina Nicoletta Negro esprime i complimenti agli artisti e ringrazia “Paolo Masetti, vulcanico sindaco di Montelupo Fiorentino, per la calorosa e ‘toscana’ accoglienza, grazie a tutta la macchina organizzativa Aicc, ma il grazie più grande va a Gabriele Resmini, Luca Pi, Marilisa Vrani, Matteo Zauli, per averci creduto e lavorato così tanto, all’insostituibile Beppe Olmeti e a Simona Poggi, collega e compagna di tanti altri viaggi ‘ceramici’, che vedono le Albisole alleate”.

L’artista albisolese Gabriele Resmini, in arte “mrCorto” afferma: “Riuscire a creare un gruppo di professionisti eccezionali che arrivano da ambiti e periodi differenti, come ad esempio Maria Luisa Vrani decoratrice ceramica, Mattia ‘Hangar’ Negro aerografista ed Elia Gardella video-animator, che credesse nel nostro progetto e dialogasse con i miei disegni così naturalmente e un apprezzamento così sentito da parte del pubblico sono il miglior pagamento per questo faticoso lavoro che abbiamo realizzato a tempo record, con un impiego di energie incredibile, proprio perché volevamo fosse un segnale forte di buon auspicio in questo periodo un p’ fermo.”

Non può mancare anche il commento dell’artista Luca Pi Pellegrino: “Pur avendo vissuto l’esperienza cinese di Gabriele e Patrizio soltanto a distanza attraverso i nostri contatti giornalieri tra Albisola e Fuping, il loro entusiasmo non poteva non coinvolgermi. L’idea di cercare un punto di contatto tra tradizione e contemporaneità, non solo lavorando su forme e decorazioni, ma anche fondendo tradizioni e origini diverse come sono quelle di Albisola e di Montelupo Fiorentino è stato un lavoro tanto faticoso quanto appassionante. Allo stesso modo credo sia stata un’esperienza estremamente positiva l’essere riusciti a sintetizzare nelle opere realizzate, il lavoro di due laboratori tanto diversi per visione, abitudini e metodologie.”

A chiudere è Patrizio Bartoloni, che commenta: “Ce l’abbiamo fatta. Finalmente la mostra è aperta! Tutte le opere sono al loro posto, in una bellissima fornace montelupina dell’ottocento. Sono stati otto mesi di progettazione, di scambi di idee, di opinioni e di incontri che hanno portato alla realizzazione di una mostra cosi varia e complessa, dove le forme, i decori e le verniciature si sono armonizzati rendendo cosi le opere uniche e originali. Lavorare con MrCorto e LucaPi è stata un’esperienza sicuramente positiva e formativa dal punto di vista professionale e che ha contribuito ancora di più a rafforzare la nostra amicizia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.