IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lampadine Led: le nuove frontiere dell’illuminazione

Più informazioni su

È inutile negarlo, ormai le lampadine Led si sono inserite prepotentemente nel mercato illuminotecnico, scavallando in pochi anni la classica lampadina a tungsteno o alogena.

Uffici, studi professionali, in casa, in palestra e nelle scuole, ma anche per strada e all’interno dei mezzi pubblici; ormai le lampadine Led sono ovunque e trovano applicazione in qualsiasi spazio.

Il loro grande vantaggio, rispetto le tradizionali lampadine, è sicuramente il grande risparmio energetico che si ottiene installandole. Questo confronto vale sia con quelle tradizionali che quelle più recenti a basso consumo. La bolletta sarà sicuramente molto meno pesante grazie all’acquisto di lampadine Led per l’illuminazione.

L’unico svantaggio che queste, almeno apparentemente, possono avere è il costo. Infatti se a lungo termine adottare la tecnologia Led può portare dei vantaggi, nell’immediato può invece sembrare una spesa difficile da sostenere. Questo perché le lampadine Led possono costare dai 3 ai 6 euro, considerando un appartamento da sessanta o settanta metri quadrati arredato con faretti, sospensioni e magari strip Led, si possono spendere anche un centinaio di euro. Niente paura però! Perché un altro degli aspetti più importanti dell’illuminazione Led è la loro durata. Infatti il Led, è risaputo, ha una durata di vita complessiva nettamente superiore alle lampadine a incandescenza: ci aggiriamo tra le 25 mila ore di funzionamento.

I pro e i contro di Led e incandescenza

Andando, quindi, a studiare i pro e i contro, vedremo pertanto che il risparmio che avremo a lungo termine coprirà ampiamente il costo dell’investimento iniziale, basti pensare che le classiche lampadine vengono cambiate dopo due / tre mesi di funzionamento assiduo, mentre invece quelle al Led non ci sarà motivo di toccarle, almeno per qualche anno.

Un altro punto a vantaggio di quest’ultime è il metodo con cui possono venir buttate. Smaltire lampadine a risparmio energetico o neon è sempre stato un problema dato il loro contenuto di sostanze nocive, sia per l’uomo che per l’ambiente, come ad esempio il mercurio; pertanto quest’ultime andavano portate in dei centri di raccolta specifici che avrebbero provveduto al loro smaltimento.

Invece, quelle al Led, esattamente come quelle a tungsteno ed alogene, possono essere smaltite direttamente nella comune indifferenziata.

Tra tutti i vantaggi, inoltre, è bene ricordare che, a differenza delle alogene, le lampadine Led non si riscaldano; questo è un aspetto molto importante anche dal punto di vista della sicurezza. L’incandescenza delle altre tipologie può provocare un incendio, può macchiare le pareti o i soffitti quando, invece, quelle Led rimangono solo leggermente calde.

Ed infine, la luce Led vi permette di scegliere un’ampia gamma di colori, anche dal punto di vista del “calore” della luce stessa, quelle tradizionali invece sono disponibili solo nel classico colore bianco freddo e bianco brillante.

Il nostro giudizio finale

In sostanza, si può affermare che sì, ci si può affidare all’innovativa lampadina a Led, i vantaggi sono evidenti sia dal punto di vista economico che da quello funzionale. L’illuminazione Led, inoltre, vi permette di creare infinite combinazioni di illuminazione della vostra casa: faretti, strip Led inserite nelle gole dei controsoffitti e lampade a sospensione; con l’aiuto di un tecnico o di un lightening designer potrete conferire originalità e personalità alla vostra casa, creando dei giochi di luce molto piacevoli ed accattivanti dal punto di vista estetico.

Il nostro consiglio, qualora non voleste fare subito un investimento tale da poter cambiare tutte le lampadine presenti in casa, è quello di iniziare sostituendole nei locali principali come soggiorno, sala da pranzo, cucina e camera da letto, oppure dove sono presenti controsoffitti come corridoi e bagni, mentre invece lasciare quelle classiche a incandescenza nei locali in cui non serve avere un’illuminazione accattivante o estremamente luminosa, come ad esempio qualsiasi locale di servizio come lavanderia, ripostigli, disimpegni, bagni minori o piccoli studi.

Basterà, quindi, iniziare dai locali principali per poi, con il tempo, rivoluzionare l’illuminazione della vostra casa con il Led.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.