IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La proposta di “Finale in Movimento”: “Pier Paolo Cervone presidente del consiglio comunale”

"Pier Paolo ha sempre avuto una grande capacità di dialogo, e sarebbe potenzialmente l’ideale ago della bilancia"

Finale Ligure. Pier Paolo Cervone, da poco passato in maggioranza, nuovo presidente del consiglio comunale di Finale Ligure. E’ questa la proposta di “Finale in Movimento”.

“In seguito alla rinuncia alle deleghe dell’ex assessore Delia Venerucci ed alla conseguente ripartizione delle cariche, che vede come nomina ad assessore l’ex Presidente del consiglio comunale Franco De Sciora, resta da capire chi sarà il prescelto per ricoprire il ruolo che Franco De Sciora ha da poco abbandonato – spiega Simone Rolando ripercorrendo gli ultimi avvenimenti in seno all’amministrazione comunale finalese – L’idea della maggioranza era proprio quella di proporre, come nuovo sostituto del presidente del consiglio, l’ex assessore Delia Venerucci, che andrebbe quindi a ricoprire una carica che diventerebbe, di fatto, compatibile con gli impegni lavorativi della dottoressa Venerucci”.

“Noi, però, vogliamo proporre al sindaco una soluzione alternativa, associandoci a ciò che è stato affermato dal gruppo di minoranza ‘Le persone al centro’: il presidente del consiglio ideale potrebbe essere proprioil consigliere Pier Paolo Cervone. Le motivazioni che ci portano a rilasciare una dichiarazione di questo tipo sono molteplici, ma in primo luogo risalta l’importanza politica ed istituzionale acquisita da Pier Paolo Cervone nel corso degli anni trascorsi nella politica finalese. Ribadiamo, in ogni caso, il nostro parere assolutamente negativo in merito al suo recente cambio di casacca, ma questo non fa sì che i meriti acquisiti negli anni dal consigliere Cervone debbano essere disconosciuti”.

“Pier Paolo ha sempre avuto una grande capacità di dialogo, e sarebbe potenzialmente l’ideale ago della bilancia per un consiglio comunale che necessita di un presidente in grado di fornire una certa garanzia, all’interno di un sistema che si basa sull’esaltazione della capacità della maggioranza di poter prendere decisioni, a discapito però della capacità di una minoranza comunque sempre presente di poter rappresentare appieno i cittadini che non hanno votato la giunta Frascherelli II”.

“Speriamo che le nostre parole siano, in qualche modo, ascoltate dalla giunta Frascherelli, che dovrebbe saper riconoscere i meriti del consigliere Cervone, affidandogli una carica reale, e non un ruolo appositamente creato a mo’ di specchietto per le allodole, per giustificare un’inserimento in minoranza tutt’altro che convenzionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.