IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La giornata elettorale: autostrade, Covid e restituzione degli stipendi

Ecco gli interventi di oggi in vista del voto

Savona. Di seguito i comunicati stampa di oggi, lunedì 7 settembre 2020, relativi alle prossime elezioni regionali in Liguria.

RESTITUZIONI, GRUPPO 5 STELLE REGIONE LIGURIA: “FATTI, NON PAROLE: RESTITUITI OLTRE 59MILA EURO. ANDRANNO AL GASLINI”

“Questa mattina, il Gruppo consiliare del MoVimento 5 Stelle ha disposto un bonifico per la restituzione dovuta dal taglio dei nostri stipendi: il beneficiario è l’Istituto Giannina Gaslini e la donazione è finalizzata all’acquisto di attrezzature sanitarie e al miglioramento dell’ospedale pediatrico. Il bonifico odierno ammonta a 59.096 euro”.

“Alla fine, quello che conta per davvero sono gli impegni presi e mantenuti: come sempre, sui nostri stipendi, noi del M5S “ci diamo un taglio” e cerchiamo di volta in volta di individuare iniziative utili per tutti i cittadini. Questa volta abbiamo scelto di sostenere l’ospedale pediatrico Gaslini, un’istituzione di tutti i liguri ma non solo, che da sempre si dedica e dà tanto ai nostri piccoli”.

“È giusto che ognuno dia come può un contributo e noi oggi facciamo questo, perché a loro, ai bambini, che sono il nostro futuro, dobbiamo garantire il meglio in ogni ambito della vita, partendo dalle cure”, fanno sapere i consiglieri uscenti e candidati alle Regionali 2020 Fabio Tosi e Andrea Melis.

COVID 19, TOSI (M5S): “DI FRONTE A 11 NUOVI POSITIVI, TOTI SI INTERROGHI SU SCELTE FATTE INVECE DI POSTARE MESSAGGI FUORVIANTI

“Liguria, ieri: 111 nuovi positivi, con indice di contagio (Rt) a 1,18. E poi ancora Liguria, sempre ieri: seconda regione d’Italia per morti da Covid, subito dopo la Lombardia. Di fronte ai numeri, la propaganda suona stonata, soprattutto se di fronte alla preoccupazione c’è chi cerca di sviare l’attenzione parlando di presunte speculazioni sul lavoro di medici e infermieri. La maggioranza faccia pace con sé stessa: le critiche non sono affatto rivolte al comparto sanitario. Semmai, ci interroghiamo sulla condotta di un’amministrazione regionale che avrebbe dovuto lavorare a monte per contenere i contagi anziché auspicare le ormai ben note fughe in avanti, contrastando le direttive nazionali”, dichiara il capogruppo e candidato alle Regionali 2020 Fabio Tosi.

Che aggiunge: “E mentre nella nostra regione i positivi aumentano, c’è chi si ostina a postare comunicati sulla bontà delle proprie politiche. Il messaggio secondo cui il centrodestra sarebbe buono e laborioso mentre gli altri remerebbero contro, sta raggiungendo vette stucchevoli e francamente ormai irricevibili. Ebbene, lo ribadiamo: i numeri, con evidenza, ci dicono che la nostra Sanità non è in buone mani. E con questo ci riferiamo a chi gestisce la Sanità in giacca e cravatta, a chi affronta le problematiche solo in chiave elettorale, firmando ordinanze assurde e chiaramente slegate dalla realtà. Scelte che si ripercuotono purtroppo su chi invece la Sanità la gestisce indossando un camice: a medici e infermieri va tutta la nostra comprensione e immutata stima”.

ALICE SALVATORE (ILBUONSENSO) – “AUTOSTRADE, ILBUONSENSO APPOGGIA ESPOSTO COMITATO ZONA ARANCIONE CONTRO I BENETTON”

Grande merito deve essere riconosciuto al Comitato Zona  Arancione di Genova, che insieme a CNA Genova e Liguria, Assiterminal  TrasportoUnito, Usarci-Sparci ha presentato un corposo documento di  denuncia, un esposto contro la gestione di Società Autostrade per  quanto riguarda la manutenzione della rete autostradale.

Attraverso una approfondita analisi di tutta la documentazione e del  contratto capestro tra lo Stato e Società Autostrade, il comitato Zona  Arancione ha rilevato che a fronte di un aumento delle tariffe  autostradali, paradossalmente i finanziamenti e gli sforzi per  investire nella manutenzione si sono invece ridotti.

Con queste interessanti argomentazioni, che tra l’altro darebbero un  quadro chiaro di quel che è successo e che ha condotto all’immane  tragedia del crollo del Ponte Morandi, pongono una nuova luce su come  Società Autostrade potrebbe non aver rispettato gli accordi con lo  Stato e quindi risultare inadempiente.

ilBuonsenso dà massima solidarietà e supporto. E appoggia questa  iniziativa meritoria che aiuteremo con tutte le nostre forze affinché  siano fatte chiarezza e giustizia. Noi non ci accontentiamo affatto di questo accordo vergognoso grazie  al quale, ancora una volta, i Benetton verrebbero ricoperti di denaro.

GIANNI PASTORINO (LINEA CONDIVISA): “COVID, NEI PORTI LIGURI NIENTE TAMPONI ALLE PERSONE IN INGRESSO”

“La situazione del covid in Liguria non è incoraggiante: purtroppo in questi giorni si registra un nuovo aumento dei contagi, ma anche dei casi in terapia intensiva. Numeri non paragonabili a quelli della prima ondata, ma che comunque dovrebbero indurre alla massima attenzione, viste anche le considerazioni, piuttosto preoccupanti, della comunità scientifica. Ci chiediamo allora perché la Liguria sia così reticente e riluttante sulla politica dei tamponi”. Lo dichiara il capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino, vicepresidente della commissione regionale sanità.

“Ad esempio: in molti porti italiani con collegamenti da e per le isole, le autorità di sistema propongono in accordo con le compagnie navigazione il tampone gratuito ai passeggeri in arrivo. Una misura davvero utile per contenere a diffusione del virus. Eppure sembra che in Liguria ciò non avvenga.

Se così fosse, si tratterebbe di una scelta incomprensibile, considerato che quello di Genova è uno fra i porti più grandi e trafficati del mediterraneo. Una misura sanitaria che con minimo disagio riuscirebbe a fornire indicazioni importanti, non solo per la Liguria, ma anche per le regioni o i Paesi di provenienza. Ma la politica di Toti, in un ostinato processo di rimozione del problema, sembra non voglia fare i conti con queste esigenze”.

EUROPA VERDE LIGURIA-DEMOS-CENTRO DEMOCRATICO: DOPPIO INCONTRO PUBBLICO A VADO LIGURE E RAPALLO

Il prossimo weekend Europa Verde Liguria-Demos-Centro Democratico organizzano due incontri stampa aperti al pubblico,che potrà interloquire con Domenico Finiguerra e gli altri esponenti politici presenti, allo scopo di ribadire le proprie posizioni per una conversione ecologica dell’economia e per lo stop al consumo del suolo, puntando ad un nuovo modello di crescita sostenibile che traguardi il recupero edlizio a cominciare dalla trasformazione a scopo sociale (socialhousing, cohousing,..), sociale abitativo, culturale, sanitario ed educativo dei molti immobili pubblici in abbandono e di presentare candidate e candidati locali.

GLI APPUNTAMENTI: Venerdì 11 settembre, alle 17, presso il Monumento ai Caduti sul lungomare Matteotti di Vado Ligure; sabato 12 settembre, alle 11, presso “I papi neri”, piazza del Popolo, a Rapallo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.