Ci siamo

Isola Gallinara, la soddisfazione del sindaco di Albenga: “Percorso perfetto, ora al lavoro per la sua valorizzazione”

"Anziché chiuderla al pubblico la renderemo fruibile per averne maggiore controllo"

isola gallinara

Albenga. “E’ una notizia che ci fa molto piacere. Ora abbiamo avviato questo iter, che ci porterà a diventare ‘proprietari’ dell’isola, ma contemporaneamente bisogna iniziare un altro percorso, cioè quello per la sua valorizzazione definitiva”. Il sindaco di Albenga, Riccardo Tomatis, non nasconde la propria soddisfazione per la notizia secondo cui il ministero per i beni e le attività culturali ed il turismo avrebbe intenzione di esercitare il diritto di prelazione per l’acquisto di una parte dell’isola Gallinara.

La notizia ha preso a circolare ieri sera: secondo quanto trapelato, entro oggi il dicastero guidato da Dario Franceschini vorrebbe rilevare l’area su cui sorge la grande villa padronale con l’intenzione di renderla pubblica e visitabile. Una mossa che consentirebbe anche di acquisire la porzione non edificata.

Tomatis è ancora in attesa dell’ufficializzazione della notizia da parte delle istituzioni coinvolte, ma già solo le anticipazioni ufficiose gli hanno strappato un sorriso: “E’ stato un percorso perfetto – spiega – un sindaco si fa portavoce del desiderio dei cittadini, contatta il ministero e, attraverso la Soprintendenza, si arriva al risultato. Abbiamo la sensazione di aver contribuito, con l’aiuto di tutti, a raggiungere un traguardo importantissimo”.

Il costo dell’operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 10 milioni di euro. Completata questa fase, come detto, bisognerà iniziare a lavorare a quella successiva: “Ora la cosa fondamentale è la progettazione – conferma il sindaco di Albenga – Probabilmente occorrerà attendere i tempi tecnici del perfezionamento dell’acquisto e degli eventuali ricorsi, ma quando saremo proprietari dell’isola dovremo impegnarci concretamente per la sua valorizzazione”.

Che punterà su un “concetto nuovo” e cioè quello della “tutela attraverso l’utilizzo”. Spiega ancora Tomatis: “Con l’isola Gallinara si farà un percorso diverso rispetto al consueto: la si renderà fruibile per esercitarne un migliore controllo. Un luogo chiuso si presta ad intrusioni ed usi impropri. Un luogo aperto, che tutti possono visitare (ovviamente in maniera regolamentata), è più facilmente monitorabile e tutelabile”.

leggi anche
Gallinara
Futuro
Isola Gallinara, il Governo esercita la prelazione: “La villa centro di ricerca per le indagini archeologiche marine”
Spiaggia libera Gallinara generica
Prima
Isola Gallinara, Ciangherotti (FI): “Il Comune ignorava l’importanza di un intervento del Governo”
drone gallinara
Pro e contro
Gallinara, soddisfazione perché diventa pubblica ma c’è contesa: 15 milioni gettati al vento
isola gallinara
Passo indietro?
Gallinara, l’indiscrezione: “Il magnate ucraino rinuncia all’acquisto”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.