IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giornata mondiale della fisioterapia: “La nostra professione un aiuto fondamentale per superare il Covid”

Il presidente dell'Albo: "Tuteliamo i cittadini contro l’abusivismo professionale"

Liguria. “Le note vicende sanitarie legate alla pandemia mondiale e le normative emanate dal Governo italiane per contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19, hanno inevitabilmente avuto ripercussioni sulla vita di tutti sia a livello personale che professionale. Non ci siamo mai fermati, anzi la nostra professione ha dato un aiuto fondamentale, sia nei reparti covid, che nelle riabilitazioni post – coronavirus”. Lo dichiara  il dott. Luca Francini, presidente della Commissione d’Albo dei fisioterapisti di Genova Imperia e Savona in occasione della Giornata mondiale della fisioterapia.

La data dell’8 settembre è stata scelta in quanto richiama la fondazione della Confederazione mondiale per la fisioterapia che quest’anno, oltre a prepararsi per il settantesimo anniversario del 2021, ha cambiato il proprio nome in World Physiotherapy. Per la prima volta nella sua storia questa giornata si svolge con la professione del fisioterapista all’interno dell’Ordine dei TSRM e delle Professioni Sanitarie Tecniche della Riabilitazione e della Prevenzione e rappresentata dalle Commissioni d’Albo territoriali, nominate alla fine dello scorso anno e nell’attesa, con l’imminente elezione della Commissione Nazionale d’Albo, di completare l’assetto istituzionale previsto dalla legge 3 del 2018, meglio conosciuta come “Legge Lorenzin”.

“La nostra commissione, di concerto con l’Ordine TSRM PSTRP – spiega il dott. Francini – gioca un ruolo rilevante sia per la crescita professionale dei fisioterapisti e sia per la tutela dei cittadini del nostro territorio, lottando tutti i giorni contro l’abusivismo professionale, che mette a repentaglio la salute di chi si affida a sedicenti guaritori. I fisioterapisti regolari hanno fatto un percorso universitario, superato l’esame di Stato e si sono iscritti all’Ordine, che vigila sulla loro condotta e formazione”.

Per sapere se si è in buone mani, basta andare sul sito dell’ordine TSRM PSTRP di Genova, Imperia e Savona e inserire il nome e il cognome del professionista.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.