IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, richiedente asilo salva una ragazza in balia delle onde

Nonostante il mare agitato e le forti correnti si è prodigato per portarla a riva

Finale Ligure. Il tempo era “da bandiera rossa” e quindi tutt’altro che adatto a nuotare: vento di libeccio, mare molto mosso, corrente molto forte. Lei, però, ha deciso di fare il bagno lo stesso, desiderosa evidentemente di godersi fino all’ultimo (erano circa le 18 di sabato scorso) la sua giornata di relax in spiaggia.

La giovane, dunque, si è tuffata in acqua. Dopo poche bracciate, senza nemmeno rendersene conto si è ritrovata molto lontano dalla riva, completamente sola e senza nessuno intorno. Il vento, le onde, la corrente, rendevano vano ogni tentativo di riguadagnare la spiaggia. Per lei non c’era altra scelta che cominciare ad urlare.

Per fortuna le sue richieste di aiuto sono state raccolte da un senegalese di 23 anni (in Italia dal 2017 come richiedente asilo) che non ci ha pensato due volte, si è tuffato in mare, ha raggiunto la ragazza in difficoltà e l’ha trascinata a riva, al sicuro.

Una volta toccata la sabbia della spiaggia libera adiacente al pontile di Finale Ligure, ad aiutare la giovane ed il giovane senegalese, certamente stremato per lo sforzo, sono arrivati i bagnini degli stabilimenti balneari vicini, che le hanno prestato le prime cure. Per fortuna la sua brutta avventura si è conclusa senza conseguenze particolari, ma solo con un brutto spavento.

Il suo salvatore, invece, si è meritato più della “semplice” gratitudine. Il sindaco di Orco Feglino, il paese in cui il ragazzo vive quale ospite della onlus varazzina “L’Ancora”, sta valutando di conferirgli uno speciale riconoscimento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bruno Pozzuoli
    Scritto da Bruno Pozzuoli

    Complimenti per il coraggio del ragazzo…ma a dirla tutta non è andata proprio così come si legge nell’articolo…perchè il salvamento della ragazza è stato fatto dai bagnini dei Bagni Serenval che non sono stati nemmeno menzionati. Informatevi bene.

  2. Thomas Ottonello
    Scritto da Thomas Ottonello

    Senza nulla togliere al coraggio del ragazzo che si è tuffato in mare, volevo fare presente che ci sono alcune imprecisioni nell’ articolo: le persone tratte in salvo erano tre e non una sola come riportato sopra, una era la sorella e l’altra la mamma della ragazza citata sopra, il vento non era di libeccio ma di scirocco sennò non ci sarebbero stati problemi perchè non avrebbe tirato verso gli scogli e i bagnini sono intervenuti in mare non solo sulla sabbia, si sono tuffati in cinque più un sesto col pattino di salvataggio, oltre a loro si sono tuffati anche alcuni clienti dello stabilimento e della spiaggia libera.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.