IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Esonero contributi per le aziende agricole, CIA Savona: “Ottimo risultato per tutto il settore”

Boccata d'ossigeno per le imprese del comparto

Ponente. “Nonostante il ritardo che non consente di presentare le domande di esonero e di avere risposte circa l’ammissione, essendo giunti ormai alla scadenza del 16 settembre, CIA Savona prende atto dell’impegno mantenuto da parte del Ministro Bellanova a cui aveva sollecitato il provvedimento, anche direttamente durante un recente incontro (sabato 5 settembre) in sala consigliare del Comune di Albenga”.

Lo afferma il direttore CIA Savona Osvaldo Geddo, commentando il decreto attuativo dei giorni scorsi che in extremis ha bloccato i versamenti che avevano scadenza il 16 settembre.

L’esonero contributivo era previsto dal D.L. Rilancio poi L.77/2020 art.222 per le aziende delle filiere agricole in crisi per emergenza Covid-19.

Così anche le aziende savonesi, datrici lavoro dipendente dei settori florovivaistico, vitivinicolo, agrituristico, di allevamento, di ippi-coltura, della pesca ed acquacoltura (oltre che le apistiche, brassicole-birra agricola -, cerealicole), possono sospendere il pagamento in attesa della pubblicazione del decreto e del modello di domanda di esonero che dovranno presentare all’INPS. Per la sola quota dovuta dai datori lavoro per contributi dei dipendenti per i primi due semestri 2020. Solo per le imprese che hanno personale inquadrato nel settore agricoltura.

La circolare INPS indicherà anche come può essere esonerata un’azienda agricola che svolge anche attività agrituristica, considerato che questa non può esser prevalente per legge.

Unico rischio è che le richieste superino l’importo di 426,1 milioni di euro stanziati. In questo caso il decreto prevede un ri-proporzionamento dell’importo di esonero tra tutte le aziende aventi titolo.

Allo stato attuale, con decreto attuativo firmato ma non pubblicato, l’indicazione di CIA è che le ditte dei settori definiti filiere in crisi (florovivaismo, vitivinicolo, agrituristico, allevamento , etc…) sospendano il pagamento della rata del 16 settembre.

“CIA informerà per presentare la domanda di esonero non appena sarà resa disponibile dall’INPS” conclude Geddo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.