IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Divieto di fumo nelle spiagge di Loano, il sindaco Pignocca: “Ottima risposta degli stabilimenti”

"Molto soddisfatto, ringrazio i balneari e i loro clienti per la sensibilità dimostrata"

Loano. Ha ottenuto l’apprezzamento della quasi totalità degli ospiti degli stabilimenti balneari loanesi l’ordinanza con cui, a giugno, il sindaco Luigi Pignocca aveva imposto il divieto di fumo in tutte le spiagge del litorale.

La decisione di imporre il divieto di fumare fino al 30 settembre rispondeva alle richieste giunte dai gestori delle spiagge e aveva come obiettivo primario quello di “promuovere le buone pratiche a tutela della salute pubblica, anche in riferimento alla lotta contro il tabagismo e alla prevenzione delle malattie che ne conseguono” e di garantire la salvaguardia dell’ambiente marino.

“Non appena è stata emessa – commenta il sindaco di Loano Luigi Pignocca – l’ordinanza anti-fumo ha ottenuto immediatamente un riscontro molto positivo. Il fumo in spiaggia non è solo una fonte di rischio per la salute dei bagnanti: la cattiva abitudine di gettare rifiuti i prodotti da fumo a terra o in acqua, infatti, rappresenta anche una grave forma di inquinamento ambientale e deturpa il decoro urbano e naturale. Senza contare che i rifiuti derivanti dal fumo di sigarette sono composti da materiale non biodegradabile e contengono un grande quantitativo di componenti nocive per l’ambiente quali nicotina, polonio 210, composti volatili tossici, catrame, idrocarburi policiclici, acetato di cellulosa ed altri”.

“La sua applicazione concreta sarebbe potuta essere molto complicata, ma i nostri ospiti ed i nostri concittadini hanno dato prova di grande senso civico adeguandosi senza troppi problemi alle nuove disposizioni,  che, è bene ribadirlo, avevano e hanno l’obiettivo di tutelare l’ambiente marino (quello stesso ambiente di cui tutti noi godiamo quando siamo al mare) e la salute nostra e degli altri. Da amministratore, dunque, non posso che essere soddisfatto. Desidero ringraziare gli amici balneari per il lavoro fatto durante questa stagione estiva, già difficile di suo, e tutti i loro clienti per essere stati così sensibili rispetto a queste esigenze”.

“L’indagine ‘Beach Litter 2020’ di Legambiente – fa notare il presidente dei balneari di Loano Marco Zappa – ha confermato che il 15 per cento dei rifiuti rinvenuti sulle spiagge sono ‘rifiuti da fumo’, cioè mozziconi, accendini, pacchetti di sigarette e relativi imballaggi. I mozziconi, in particolare, sono al secondo posto della classifica dei rifiuti rinvenuti con più facilità con il 14 per cento del totale: ci si imbatte in una ‘cicca’ letteralmente ad ogni passo”.

“Alla luce di questi numeri – aggiunge ancora Zappa – è facile capire quale importanza abbia l’ordinanza promossa all’inizio dell’estate a Loano. I clienti dei nostri stabilimenti sono stati molto disponibili e ricettivi e non hanno avuto problemi a seguire alla lettera le disposizioni evitando di fumare sotto l’ombrellone, spostandosi nelle aree-fumatori appositamente allestite e conferendo diligentemente i mozziconi nei posacenere. Siamo certi che sul nostro litorale la quantità di mozziconi rinvenuta sia molto al di sotto della media stilata da Legambiente sulle proprie spiagge-campione. Introdurre il divieto di fumo sulle nostre spiagge non ha solo avuto positive ricadute sull’ambiente marino, ma è stata anche una questione di ‘civiltà’ e di rispetto nei confronti degli altri clienti non fumatori”.

In vista della prossima stagione i bagni marini di Loano si impegneranno “per promuovere la cultura plastic-free e fare in modo che ancora più spiagge rinuncino ad utilizzare oggetti e materiali in plastica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.