IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppa Italia di Promozione; il Legino fa festa al Ruffinengo: Tobia è l’eroe, 1-0 al Celle Riviera

L’equilibrio vistosi in campo è stato spezzato da una prodezza dell’attaccante locale, abile a freddare il portiere avversario dopo una notevole azione insistita

RISULTATO: Legino – Celle Riviera 1-0 (s.t. 27′ Tobia)

Savona. Oggi allo stadio Fiorenzo Ruffinengo di Savona (località Legino) va in scena la seconda giornata della fase a gironi della Coppa Italia ligure di Promozione (Girone 3). Le protagoniste del match odierno saranno Legino e Celle Riviera, due squadra determinate e pronte a darsi battaglia per 90 minuti di puro spettacolo. Dopotutto i risultati maturati lo scorso weekend non lasciano alternative alle due formazioni impegnate quest’oggi. L’obiettivo dev’essere uno e categorico: vincere. Proveranno quindi ad ottenere i tre punti i ragazzi terribili allenati da Fabio Tobia, che sperano di non deludere il pubblico casalingo, consapevoli però di non potersi permettere di sottovalutare i volenterosi avversari.

Per conquistare i tre punti i padroni di casa allenato appunto da Fabio Tobia si schierano con Maruca, Garzoglio, Semperboni (cap.), Rinaldi, Perria, Giusto, Agate, D’arcangelo, Calcagno, Romeo e Dinardo

A disposizione ci sono Gallo, Incorvaia, Tobia, Balbi, Saporito, Xhuri, Recagno e Schirru

Gli ospiti guidati da Massimiliano Ghione rispondono con Siri, Bruzzone, Esposito, Sabally, Salani, Scerra, Piombo, Barcellona, Favara, Maida e Soto Pesce (cap.)

In panchina si accomodano Catanese, Cerato, Seck, Curci, Ferrigno, Parodi, Piombo, Tomasi e Ferro

L’arbitro del match è il signor Emanuele Fontana della sezione di Savona, coadiuvato da Claudia Camurri (sez. di Genova) e Alessandro Ravera (sez. di Novi Ligure).

Intorno alle ore 18 il direttore di gara fischia l’inizio della sfida, con il Legino che si dimostra subito volitivo.

Nei primi minuti però vanno in scena poche emozioni, lasciando spazio ad un avvio spezzettato scandito da diversi falli commessi da entrambe le squadre, poco abili a sfruttare gli abbondanti spazi concessi ai rispettivi terminali offensivi

Al 9’ si anima il match con una mischia in area di rigore risolta da un provvidenziale intervento di Siri, abile a disinnescare un’azione pericolosa

Al 12’ Scerra ferma fallosamente un giocatore dei padroni di casa, costringendo il signor Fontana ad estrarre il primo cartellino giallo del match

Al 19’ prova a rendersi pericoloso il Celle con la stupenda sponda di un ispirato Favara che libera Maida, il quale però non riesce a superare un attento Maruca, che in maniera plastica blocca il notevole tentativo

Al 22’ ancora ospiti protagonisti con il calcio piazzato splendidamente battuto da Esposito, con Scerra che di testa non riesce a battere l’estremo difensore avversario

Al 24’ Agate interviene in maniera dura su un giocatore avversario: l’arbitro nota il contrasto ed estrae il cartellino giallo

Al 27’ è ancora il direttore di gara a rendersi protagonista, ammonendo Calcagno dopo averlo visto compiere un suo intervento falloso

Al 29’ Romeo prova a suonare la carica per i suoi con un potente colpo di testa, il quale però termina alto

Al 32’ si verifica un’altra mischia nell’area di rigore ospite, con Siri nuovamente costretto all’uscita per evitare guai peggiori

Al 40’ è ancora il Legino a cercare con insistenza il vantaggio, ma l’azione prolungata dei padroni di casa non ottiene l’effetto sperato

Al 43’ arriva un’altra ammonizione: l’irruenza di Favara viene punita dall’arbitro con un cartellino giallo

Al 45’ grande occasione per il Celle! Il tiro-cross di Esposito spaventa la retroguardia locale, scheggiando il palo alla destra di Maruca

Il direttore di gara comanda 3 minuti di recupero.

Termina però senza ulteriori emozioni il primo tempo di un match ruvido ma ricco di emozioni, terminato il punteggio di 0-0. L’impressione è che nella seconda frazione servirà maggiore concretezza, con le due formazioni che dovranno anche osare di più per evitare un risultato che probabilmente le condannerebbe a terminare la loro esperienza in coppa soltanto alla fase a gironi.

Inizia intorno alle 19:05 la seconda metà di gara, con mister Tobia che per sbloccare la sfida prova ad operare tre sostituzioni: dentro Tobia, Balbi e Saporito al posto di Dinardo, Giusto e Agate.

Al 5’ Esposito rimane a terra a causa di un intervento duro: gioco interrotto

All’8’ Balbi interrompe una possibile ripartenza degli ospiti, con l’arbitro che si trova costretto a sanzionare l’intervento con un cartellino giallo

Al 10’ Semperboni da calcio d’angolo pesca con uno splendido cross Romeo, il quale però di testa non riesce ad indirizzare il pallone nello specchio della porta (alto di poco)

Al 12’ i padroni di casa decidono di operare un altro cambio: entra Calcagno ed esce Recagno

Al 15’ anche il tecnico ospite decide di cambiare qualcosa: Favara lascia il posto a Piombo, mentre Cerato sostituisce Soto Pesce

Al 19’ ancora una sostituzione per il Celle: entra Ferro ed esce Esposito

A 22’ mister Tobia prova a cambiare nuovamente qualcosa: dentro Incorvaia e fuori Garzoglio

Al 27’ si sblocca il match: Tobia si incunea nella difesa avversaria e con una progressione spaventosa si presenta davanti al portiere, superandolo in maniera glaciale con un tiro di precisione. 1-0 per il Legino!

Al 30’ il direttore di gara estrae un altro cartellino, ammonendo Bruzzone

Al 33’ arriva la possibile svolta della sfida: l’arbitro sventola la seconda ammonizione all’indirizzo del numero 2 ospite, il quale si trova costretto ad andare sotto la doccia: Celle in 10 uomini!
Anche i locali perdono però un uomo dato che Romeo, a causa di un infortunio, non sembra essere in grado di terminare la partita.

Al 35’ arriva un’altra ammonizione destinata ad uno dei giocatori allenati da Ghione

Al 40’ gli ospiti provano a riversarsi in avanti alla ricerca della rete del pareggio, ma il tentativo di Piombo termina alto

Il direttore di gara comanda cinque minuti di recupero.

Al 48’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si crea una mischia pericolosissima nell’area di rigore dei locali, con Maruca che però riesce ad allontanare la sfera salvando i suoi

È terminato così 1-0 un match ruvido ma divertente, giocato su buoni ritmi da entrambe le squadre. I padroni di casa hanno confermato quanto di buono si era potuto osservare nella partita d’esordio, mantenendo una buona intensità per tutta la sfida. È stato molto sfortunato invece il Celle, che non è riuscito a capitalizzare la buona mole di occasioni create. Nel prossimo impegno il Legino se la dovrà vedere con l’Arenzano, compagine che oggi ha conquistato solamente un punto contro la Praese, pareggiando con il risultato di 1-1. Gli uomini di Tobia dovranno quindi vincere tra le mura amiche per provare ad accedere ai quarti di finale e, con l’intensità vistasi oggi, l’impresa potrebbe essere tutt’altro che impossibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.