IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Come ti aumento l’affluenza alle urne: il peso dei sindaci (o ex sindaci) candidati sulle regionali 2020

In tutti i comuni con il proprio sindaco (o ex sindaco) candidato aumenta il numero di votanti. Tranne uno

Più informazioni su

Provincia. I sindaci che si candidano alle regionali fanno aumentare l’affluenza alle urne. E’ questo il dato che emerge con chiarezza analizzando le percentuali dei votanti nei comuni che hanno visto il proprio primo cittadino (o ex primo cittadino) andare a caccia di una poltrona in Regione.

Scorriamo alcuni dati. In questa tornata elettorale si sono candidati i seguenti sindaci o ex sindaci, in rigoroso ordine alfabetico in base al Comune che amministrano o hanno amministrato: Roberto Arboscello (Bergeggi), Massimo Niero (Cisano sul Neva), Roberto Sasso Del Verme (Laigueglia), Angelo Vaccarezza (Loano), Mauro Righello (Millesimo), Alessandro Bozzano (Varazze), Pietro Balestra (Villanova) e Stefano Mai (Zuccarello).

A Bereggi l’affluenza è stata del 66,36%, cioè oltre 10 punti in più rispetto a cinque anni fa, quando i votanti erano stati il 55.60%. A Cisano sul Neva l’affluenza è stata del 64,47%, cioè sette punti in più rispetto al 2015 quando avevano votato il 57,87% degli aventi diritto. A Laigueglia (anche) la presenza tra i candidati di centro-destra del sindaco Sasso Del Verme ha portato alle urne il 53,41% dei cittadini residenti, cioè circa sei punti in più rispetto a cinque anni fa (quando aveva votato il 47,15% degli elettori).

A Loano ha votato il 54,72% degli elettori, pochi in più rispetto al 2015 quando aveva votato il 52,80% dei cittadini. In questo caso la presenza di un altro candidato “loanese” come Brunello Brunetto ha certamente contribuito ad aumentare il numero di votanti, ma il margine, per quanto positivo, resta curiosamente basso.

Numeri interessanti a Millesimo, dove questa volta il numero di votanti è salito dal 57,58% del 2015 al 68,86% del 2020. Un dato curioso perché l’ex sindaco Mauro Righello era candidato anche 5 anni fa, ed è quindi meno semplice “ascrivere” alla sua candidatura questo incremento.

A Varazze l’aumento è di circa cinque punti percentuali: il 50,42% nel 2015 contro il 55,41% nel 2020.

A Villanova d’Albenga si registra un altro picco rilevante: nel 2015 aveva votato il 56,24% dei cittadini, quest’anno addirittura il 65,87%. Unico comune col segno “meno” è Zuccarello, dove tra l’altro si votava proprio per il rinnovo dell’amministrazione comunale: qui ha votato il 65,15% dei cittadini, contro il 66,22% di cinque anni fa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.