IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Casella (Sansa Presidente) per una Liguria davvero inclusiva: “Dalla parte dei disabili e delle loro famiglie”

Il candidato alassino: "L'amministrazione regionale deve promuovere servizi più attenti alle persone con 'bisogni speciali'"

Liguria. Jan Casella, candidato con la Lista Sansa Presidente, presenta il suo programma per una Liguria più attenta alle esigenze dei disabili e delle loro famiglie.

“L’amministrazione regionale deve promuovere servizi più attenti alle persone con ‘bisogni speciali’. Sono necessarie progettazioni personalizzate. C’è bisogno di rivedere la filiera dei servizi, che dovrebbero avere un taglio meno sanitario, rispettando il progetto di vita. La disabilità va trattata in base al futuro della persona dopo il percorso scolastico. Anche per questo motivo è fondamentale l’istituzione del disability manager, responsabile del processo di integrazione socio-lavorativa”, spiega Casella, reduce da un confronto serrato con le realtà del volontariato locale.

“Modello per tutta la Liguria può essere il progetto ‘Nonunomeno’, iniziato con l’apertura del Social Bar di Alassio e proseguito ad Albenga e Finalborgo. È un progetto di inclusione sociale e lavorativa, con laboratori territoriali riservati ai ragazzi segnalati da servizi ed enti del territorio. C’è poi l’assoluta necessità di spronare le Amministrazioni Comunali a redigere e applicare il Peba, Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, aiutandole nella ricerca di fondi per rendere la Liguria una regione accessibile e accogliente per tutti, non solo a disabili motori e sensoriali. La Regione deve garantire la libertà di accesso e fruizione delle spiagge, erogando incentivi ai Comuni per realizzare gli interventi necessari ad assicurare la libera balneazione”, prosegue Casella.

“In definitiva, l’obiettivo delle amministrazioni pubbliche deve essere l’autonomia del disabile. Il tema della disabilità deve essere in ogni progetto e ragionamento della Regione Liguria, pensando anche a procedure più snelle e accessibili per le richieste di contributi da parte delle famiglie. Bisogna rafforzare la rete dei servizi e superare il concetto di bisogno per improntare gli interventi sui diritti”, sottolinea il candidato per il ponente savonese della Lista Sansa Presidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.