IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese, mister Benzi: “Vedo un gruppo che lavora, sta attento e vuol provare a fare le cose”

Le parole dell'allenatore gialloblù al termine della partita con la Carcarese

Cairo Montenotte. Una buona cornice di pubblico, nonostante le restrizioni legate all’emergenza sanitaria, ha fatto da contorno alla partita amichevole che la Cairese, sul terreno amico del Cesare Brin, ha disputato e vinto contro l’Olimpia Carcarese in una nuova riedizione di quello che da tutti viene considerato il “vero derby della Val Bormida” e che in questa occasione era anche valido per l’assegnazione del sesto Trofeo Franco Bagnasco.

benzi

L’incontro si è chiuso con un risultato finale di 2 a 0 che rispecchia con sufficiente fedeltà l’andamento di un match che ha visto le cose migliori nel primo tempo, mentre nella ripresa il tourbillon di cambi ha finito per annacquare il tutto.

Per l’ultima passerella amichevole prima dell’inizio ufficiale della stagione, mister Benzi rimescola ancora una volta le carte, facendo chiaramente capire che il tempo degli esperimenti non si è concluso. Interessante constatare che, nella riproposizione del trio d’attacco Alessi-Poggi-Saviozzi, questa volta a fungere da trequartista è il giovane di scuola Genoa.

In difesa, il tecnico acquese si affida alla coppia centrale Doffo-Boveri, spostando Prato nel ruolo di esterno e confermando a centrocampo il giovane Tamburello. Quello che non cambia (per ora) è il modulo 4-3-1-2 con una Cairese che schiera: Moraglio, Prato, Moretti Fabio, Tamburello, Doffo, Boveri, Damonte, Facello, Poggi, Alessi, Saviozzi.

Sull’altro fronte, il tecnico biancorosso Loris Chiarlone si affida al seguente undici: Giribaldi, Vassallo, Ndiaye, Croce, Mombelloni, Revello, Volga, Bonifacino, Zizzini, Ferrotti, Brovida. L’avvio di gara è da subito combattuto con i padroni di casa che tengono il bandolo del gioco e con gli ospiti che rispondono per le rime con diverse azioni di rimessa.

A sbloccare il match ci pensa, al 23°, Lorenzo Facello, abile a deviare di testa un lungo cross di capitan Saviozzi su punizione. I biancorossi avrebbero l’occasione per pareggiare due minuti dopo ma la conclusione ravvicinata di Ferrotti è alta. A mettere al sicuro il risultato per i gialloblù è il bomber Saviozzi, implacabile ad insaccare di testa a due passi non dando scampo all’ex compagno Giribaldi. È il 43° del primo tempo e in pratica il vero derby finisce qui perché nella ripresa i due tecnici daranno il via ad una serie infinita di cambi stravolgendo completamente l’assetto delle squadre, con un match che lentamente perde intensità, spegnendosi senza altre grosse emozioni.

Prima dell’avvio dell’incontro si è tenuta la presentazione dei giocatori gialloblù che affronteranno la nuova stagione sportiva, mentre il presidente Mario Bertone ha consegnato ai familiari di Franco Bagnasco una targa a ricordo della sua figura ringraziando di quanto fatto a favore dei nostri colori.

Mario Benzi, intervistato dall’addetto stampa Daniele Siri, dichiara: “In amichevole è importante che non si faccia male nessuno; Facello ha preso una storta, gli è già gonfiata una caviglia, questi sono gli imprevisti che mi danno più fastidio in un’amichevole. Vincere è sempre meglio, però mi interessava vedere, conoscere sempre più a fondo le caratteristiche dei giocatori perché, tranne Saviozzi, Alessi e Martinetti, gli altri li conosco poco se non niente, quindi più li vedo giocare più cerco di capire dove possono stare come ruoli alla domenica“.

Vedo l’attenzione da parte di tutti – sottolinea il mister -, è un gruppo che lavora, che sta attento, che vuol provare a far le cose, quindi è di buon auspicio. Sicuramente quando è così hai un viatico già importante. I ragazzi sono tutti pronti, vogliono giocare tutti, quindi c’è una sana competizione”. Riguardo a Poggi trequartista: “Non conoscendoli, sono prove che dobbiamo fare. Avendo giocatori che possono fare più ruoli e più moduli di gioco, alla fine cercheremo di scegliere sempre quello che sarà più redditizio per la squadra“.

Tamburelloè un ragazzo che ha qualità, intelligente, che apprende subito quello che gli dici – dice Benzi -. Nell’azione del secondo gol è stato bravissimo a fare il cross. È un 2002, giocare a metà campo davanti alla difesa a quell’età lì non è facile, fanno fatica quelli di trent’anni. Bisogna dargli fiducia, con calma, metterlo vicino a quelli come Damonte, Facello, Piana che gli danno una mano e lo sorreggono, però è una lieta sorpresa. Devo dire che ad oggi i giovani sono tutti una lieta sorpresa, perché qui c’è un culto del lavoro sui giovani importante; credo che gli allenatori che ci sono stati prima di me abbiano lavorato bene perché sono dei ragazzi già pronti, quindi sicuramente sui giovani siamo messi abbastanza bene“.

Domenica si inizierà con la Coppa Italia. “Credo che le partite ufficiali vadano prese tutte per il verso giusto – afferma l’allenatore -, credo che perdere non faccia mai piacere a nessuno. Sarà presa com’è giusto che sia anche perché la domenica dopo inizia il campionato, quindi non è che si possa ‘scherzare’ più di tanto. Prenderemo sicuramente la Coppa Italia come un obiettivo importante, poi dove si arriverà non si sa“.

Riguardo al campionato, “questo girone da dieci ti porta a dire che ogni partita avrà un valore perché non è più come gli altri anni che magari arrivi ad un mese dalla fine dove ci sono due tronconi e ci sono squadre che sono a dieci punti dalle prime e dieci dalle ultime e diventano partite normali. Qui essere quinto o sesto vuol dire fare i playoff o fare i playout – conclude Benzi – e la cosa cambia. Quindi sicuramente ogni partita sarà molto molto difficile perché non c’è la squadra materasso né l’ammazza campionato, ma tutte squadre forti che renderanno la vita dura a tutti“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.