IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese batte Campomorone 2 a 1: il racconto della gara

I gialloblù passano sul campo di una delle regine del calciomercato estivo

Cairo Montenotte. Nell’ambito della seconda uscita stagionale in Coppa Italia la Cairese scende sul campo genovese di Begato 9 per affrontare il Campomorone Sant’Olcese, uno dei club che più si sono messi in mostra nel mercato estivo allestendo un organico che punta, senza tema di smentita, alle zone nobili della classifica.

Per il match contro i biancoblù genovesi, il mister della Cairese, Mario Benzi, si affida ancora una volta al modulo 4-3-1- 2 schierando questo undici: Moraglio, Colombo, Durante, Boveri, Doffo, Tamburello, Damonte, Piana, Poggi, Pastorino e Saviozzi. Da notare, oltre l’esordio stagionale dal primo minuto di Matteo Piana, l’inserimento nel ruolo di esterno basso di sinistra di Alessandro Durante in un accorgimento tattico che potrebbe venir utile nel match inaugurale del campionato contro la Sestrese allorché Fabio Moretti (al pari di Piana) dovrà scontare un turno di squalifica.

Nelle file dei gialloblù, oltre al lungodegente Alessi, manca il giovane Basso mentre Facello si accomoda in panchina; tra i genovesi da segnalare l’assenza di Piacentini e Federico Moretti entrambi acciaccati.

Sin dall’avvio la Cairese pare meglio disposta in campo e assume l’inerzia del match contro un avversario che al solito mister Pirovano schiera rigorosamente con i dettami ad uomo. Il primo squillo al 5° con una sassata da fuori di capitan Saviozzi che il sorpreso portiere Nucci sventa in extremis. Al 20° si rende pericoloso il Campomorone (in quella che sarà l’unica vera occasione del primo tempo), sugli sviluppi di un corner batti e ribatti in area finché l’avanzato Del Nero batte di controbalzo centrando la traversa della porta difesa da Moraglio.

Il pericolo corso dà ulteriore verve ai gialloblù che 2 minuti dopo sbloccano il risultato: azione insistita del “Pitu” Pastorino conclusa con un tiro che centra il palo alla destra del portiere, sulla respinta il più lesto è il giovane Tamburello che di testa insacca: 0 a 1.

Nel finale di tempo la Cairese controlla senza soverchi problemi una gara che si fa via via più nervosa con i padroni di casa che a più riprese finiscono sul taccuino dell’arbitro (alla fine saranno ben sette i biancoblù ammoniti). A fare le spese di questo clima teso è Durante che, toccato duro al volto da Curabba, resta a terra per diversi minuti.

In apertura di ripresa la Cairese ha subito (5°) una ghiotta occasione per raddoppiare ma Saviozzi si fa respingere dal portiere Canciani (appena entrato al posto di Nucci) un penalty concesso per un atterramento in area ai suoi danni.

In questo frangente la partita vive il suo periodo migliore con frequenti capovolgimenti di fronte anche se è sempre la Cairese a farsi preferire dal punto di vista del gioco mentre i genovesi si affidano alle lunghe e classiche sventagliate di capitan Cappellano.

Al 18° ghiotta occasione per i locali con l’ex Curabba che dopo essersi ben liberato fa la barba al palo alla destra di Moraglio. Gol fallito, gol subito e così al 28° la Cairese raddoppia, cross di un ottimo Tamburello, sponda del capitano per il “Pitu” che da due passi insacca.

A quel punto mister Benzi cambia le carte in tavola dando il meritato riposo a Piana e Durante inserendo Bablyuk e De Matteis (in precedenza Luca Moretti aveva preso il posto di Colombo), e mentre i gialloblù cercano nuovi equilibri il Campomorone approfitta di un’indecisione per rubare palla al limite e per ridurre le distanze con il solito Curabba abile a finalizzare un bell’assist di Gandolfo.

Da qui alla fine i locali cercheranno più con la forza dei nervi che con la manovra a riagguantare il risultato mentre la Cairese si coprirà inserendo in rapida successione Prato e Martinetti per il Pastorino e Saviozzi. L’unica vera opportunità per il pari arriva a tempo scaduto con un tiro, destinato all’angolino, scagliato dall’esperto Gandolfo su cui però Moraglio si supera deviando in corner e negando al compagno ai tempi dell’Alassio la gioia del gol.

Finisce quindi con una meritata e convincente vittoria per la Cairese su uno dei terreni più ostici della categoria su cui poche squadre riusciranno a fare bottino pieno. Un successo che, oltre a rilanciare Doffo e compagni in Coppa, è beneaugurante in vista dell’imminente esordio casalingo in campionato contro la blasonata Sestrese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.