IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bluegrass EWS Finale Ligure, concluse le prove ufficiali

Tutto pronto per il terzo ed ultimo appuntamento di stagione della serie mondiale

Finale Ligure. Si sono appena concluse le prove ufficiali sul percorso di gara della Bluegrass EWS Finale Ligure, terzo e ultimo appuntamento di stagione della serie mondiale.

I rider della categoria Pro hanno testato in sequenza la prova speciale numero 3 e 4, per poi passare alla 1 e 2, questo per dare modo anche alla categoria amatori del Rider Trophy di provare i tracciati senza intralciarsi a vicenda.

Nel complesso la gara misura 61,2 chilometri totali con 1.809 metri di dislivello ed è come di consueto qui a Finale Ligure disegnata per essere completa sotto ogni aspetto tecnico. I tratti cronometrati sono quattro, per un totale di 8,5 chilometri.

Il percorso attraversa ambienti completamente differenti e i concorrenti si trovano a dover affrontare quasi ogni ambiente di questa splendida regione.

Si parte dalla prova speciale 1 che inizia in una pineta con fondo terroso che pian piano si trasforma in bosco di castagno. Il sentiero 2 che invece parte da un castagneto si sviluppa per gran parte in bosco misto. Entrambe le speciali, leggermente allungate nei gironi scorsi rispetto al programma originale, hanno in comune il fatto di essere super veloci, scorrevoli e divertenti.

La prova speciale numero 3, localizzata in zona San Bernardino, si sviluppa interamente in una lecceta, con prevalentemente tipico fondo di roccia calcarea. Questo trail, di fresca tracciatura recuperato dall’amico scomparso Luca Martini, è il più fisico e ostico di tutta la gara, con moltissimi passaggi davvero tecnici dove emergeranno certamente i concorrenti dotati di abilità trialistiche.

La quarta prova speciale, la Bluegrass Queen Stage, è un grande classico e si sviluppa in ambiente più costiero con tipica macchia mediterranea. Presenta tratti più flow e scorrevoli nella parte alta che man mano che si scende lasciano sempre più spazio a sezioni in pietra e stupendi panorami sul mare.

“Finale è sempre qualcosa di incredibile anche nell’anno del Covid con tutte le problematiche connesse. Il tracciato di quest’anno è molto tecnico e fisico in pieno stile finalese e soprattutto in continuo cambiamento a causa della variabilità meteo, ma questo è l’enduro e ci piace che sia così. È un grande piacere concludere nuovamente la stagione qui” dichiara Kevin Miquel del team Sunn Bluegrass.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.