IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arriva a Savona “Wings of the ocean”: l’associazione francese che ripulisce i mari dalla plastica foto

Appuntamento il 19 settembre tra Albissola e Savona alle 14

Savona/Albissola. Un futuro verde. E’ questa la speranza che muove i “Wings of the ocean“, giovani volontari che hanno deciso di dare una mano alla comunità europea (e al savonese), girando il Mediterraneo per ripulirlo dalla plastica a bordo de “Le Kraken”, un’imbarcazione a vela dotata di motore, che permette di navigare ripulendo il mare dai rifiuti.

Sabato 19 settembre i giovani si recheranno sulla spiaggia del Garbasso, tra Savona e Albissola: si incontreranno al Mondo Marine alle ore 14 e daranno inizio alle opere di pulizia, che termineranno alle ore 18.

Wings of the ocean, ecco l’associazione francese in visita a Savona che ripulisce i nostri mari dalla plastica

Sulla scia della giovane svedese Greta Thunberg, fondatrice del “Fridays for future”, gli Wings of the ocean, in quattro anni di attività sono riusciti a rendersi protagonisti raccogliendo tremila chili e mezzo di rifiuti, percorrendo migliaia di miglia con l’inseparabile Kraken. Attualmente il battello si trova in riparazione, ed è anche per questo che gli attivisti hanno fatto scalo a Savona: erano necessari lavori all’imbarcazione ed il porto più vicino a quello di Marsiglia era proprio quello della città del chinotto.

In occasione abbiamo contattato Victor Janjic, uno dei responsabili del progetto che si occupa di comunicazione sul sito internet e sui social dedicati all’associazione. L’attivista precisa che “il coronavirus non ha risparmiato nemmeno la nostra iniziativa, messa a dura prova soprattutto dal punto di vista economico. A nulla infatti è servita la richiesta di ottenere dei finanziamenti pubblici”. Gli Wings of the ocean continuano comunque ad operare grazie alle donazioni dei privati e delle imprese, mentre in precedenza “i volontari pagavano per salire sul battello con il quale poi venivano pulite le acque”.

Adesso tutti gli attivisti partecipano senza più dover pagare le quote, aiutando i fondatori nel progetto di ripulire gli oceani dalla plastica e dalle reti da pesca dette anche “fantasma”. “La liquidità continua però ad essere necessaria per proseguire in quest’opera – fanno sapere dall’associazione di volontariato – E’ per questo che circa un mese fa è stata lanciata una raccolta fondi per terminare i lavori sul Kraken”.

Nel 2021 vorremmo effettuare il percorso che ci eravamo prefissati di realizzare – affermano i volontari – mettendo in pratica operazioni di pulizia e sensibilizzazione nelle acque greche e maltesi, oltre forse nuovamente in quelle savonesi. Negli anni di attività il Kraken ha già operato in diverse nazioni, come ad esempio in Spagna, in Germania e in ’Italia, oltre ovviamente in Francia”.

Wings of the ocean, ecco l’associazione francese in visita a Savona che ripulisce i nostri mari dalla plastica

Quali materiali avranno incontrato i transalpini ripulendo le coste savonesi? Victor risponde: “I rifiuti più comuni presenti sulle nostre spiagge sono quelli realizzati con la plastica, oltre alle reti da pesca e agli scarti industriali. E’ stata anche riscontrata la presenza di microplastiche, sostanze molto inquinanti e dannose per l’ecosistema”.

Ora la speranza degli attivisti francesi è quella di vedere presto qualche abitante locale interessarsi all’iniziativa di “clean up”: “Per ora non siamo riusciti a sensibilizzare abbastanza i savonesi – affermano i volontari – Questo può essere dovuto al basso impatto mediatico che abbiamo avuto”. La loro speranza potrebbe provenire dalla presenza dei ragazzi di Fridays for Future in territorio savonese, ma per saperlo occorrerà aspettare ancora qualche giorno e osservare la partecipazione all’evento di sabato 19 settembre.

Foto di Victor Janjic

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.