IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora ha dato l’ultimo saluto a don Giuseppe Bazzano: “Grazie al Signore per avercelo donato” fotogallery

I funerali, nella chiesa Cuore immacolato di Maria, sono stati celebrati alla presenza del vescovo e del sindaco di Andora

Andora. La comunità di Andora, quest’oggi (10 settembre), si è riunita numerosa (oltre un centinaio di persone, molte sedute all’esterno, seguendo le normative anti-Covid) presso la chiesa Cuore immacolato di Maria, per dare l’ultimo, commosso saluto a don Giuseppe Bazzano, recentemente scomparso, all’età di 95 anni (leggi qui).

Don Giuseppe in vita aveva espresso, con grande modestia, il desiderio che al suo funerale non si parlasse di lui, ma si commentasse esclusivamente la parola del Signore. E così è stato fatto da parte del vescovo della diocesi di Albenga-Imperia Guglielmo Borghetti, come dai tanti sacerdoti presenti dalle parrocchie dei comuni vicini.

Questo il ricordo e l’omaggio da parte di Don Stefano Caprile, vicario di Andora: “Don Giuseppe ci ha detto più volte e lasciato scritto nelle sue ultime volontà, che non si parlasse di lui in questa occasione. Lo abbiamo conosciuto tutti, quindi non è necessario aggiungere parole, rispettando in questo modo la sua volontà”. 

“Vorrei però esprimere un pensiero di ringraziamento a tutti coloro che si sono presi cura di don Giuseppe, ma anche di don Michele in tutti questi anni, e specialmente in questo ultimo tratto della sua vita terrena. Non posso permettermi il lusso di fare dei nomi, perché correrei il rischio di dimenticare qualcuno”. 

“Ringrazio i confratelli sacerdoti che con fedeltà gli sono stati accanto, sicuramente per apprezzare fino in fondo i suoi buoni consigli, la sua compagnia, la sua amicizia, ma anche perché potesse vivere una autentica vita spirituale e sacramentale. Ringrazio tutte le persone che per amore gli sono stati vicino per tanti anni, per tutti coloro che gli sono stati vicino di giorno e di notte, per tutti coloro che si sono presi cura di lui professionalmente, o amichevolmente, o volontariamente, o a qualsivoglia titolo.

“In ultimo, vorrei esprimere a nome di tutta la comunità andorese, e non solo, a nome di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato un pensiero di ringraziamento al Signore per avercelo donato per tanti anni. Un dono preziosissimo per tutti noi. Il tributo di amore, di affetto che don Giuseppe ha ricevuto nella sua vita, e specialmente in questi ultimi giorni, è semplicemente un timido ricambiare quello che lui – per primo – ha donato a tutti noi”, ha concluso.

Il feretro è stato poi accompagnato al cimitero di San Giovanni, dal vescovo, dai sacerdoti, dal Gonfalone del Comune, seguito dal sindaco Mauro Demichelis, dall’Assessore Nasi (erano presenti molti rappresentati del Consiglio comunale) e c’era anche l’insegna della Croce Bianca di Andora.

Arrivato nel comune andorese nel 1965, don Giuseppe Bazzano aveva recentemente festeggiato 70 anni di sacerdozio ed era stato parroco del Cuore Immacolato di Maria fino all’arrivo di don Rinaldo.

“Don Giuseppe Bazzano era un sacerdote amatissimo che ha accompagnato tante generazioni come guida spirituale che rimarrà nel cuore di tutti noi andoresi che oggi lo piangiamo con profonda gratitudine”, il ricordo del sindaco Mauro Demichelis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.