IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Addio al “Dottore” Fino Fini, l’ideatore del Museo del Calcio

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Se n’è andato all’età di 92 anni Fino Fini, per tutti ‘Il Dottore’. Medico della Nazionale Juniores dal 1958 al 1970 e medico della Nazionale italiana maggiore per venti anni, dal 1962 al 1982, la sua figura è stata legata in maniera indissolubile al Centro Tecnico Federale di Coverciano, di cui è stato direttore per quasi trent’anni, dal 1967 al 1995, curandone ogni dettaglio, dall’organizzazione della struttura che ha ospitato i raduni dell’Italia calcistica alla gestione della Scuola Allenatori federale, essendo stato nello stesso periodo anche segretario del Settore Tecnico Figc.

Con l’ampliamento del Centro Tecnico in occasione dei Mondiali di Italia ’90, ebbe l’idea di creare un museo che potesse ospitare al suo interno tutti i cimeli per ricordare la storia azzurra, dai primi trionfi degli anni Trenta alla rinascita di fine anni Sessanta, fino alla terza stella conquistata in Spagna nel 1982. Un sogno fatto di doni, di chi quelle esperienze le aveva vissute in prima persona, diventato realtà il 22 maggio 2000, quando il Museo del Calcio venne inaugurato. Le esequie di Fino Fini si svolgeranno sabato 19 settembre alle ore 9 presso la chiesa di Sant’Antonino a Bellariva (Piazza Rosadi 5, Firenze), mentre il feretro sarà esposto da domani, sino a venerdì presso il Museo del Calcio.

“Perdiamo una persona unica nonché uno dei più grandi amici del calcio italiano, Fini è stato senza dubbio un punto di riferimento per tutti quelli che amano questo sport – sottolinea il presidente LND Cosimo Sibilia – Grazie alla sua intuizione di fondare il Museo, tantissimi ragazzi possono rivivere tutti i successi della Nazionale e conoscere la grande tradizione calcistica italiana”.

ll giorno dei suoi novant’anni venne circondato dagli azzurri di ogni epoca. C’erano De Sisti, Giancarlo Antognoni, Alberto Di Chiara, ed Enrico Chiesa, il padre di Federico, che fu sorpreso dalla sua straordinaria lucidità. C’era anche Carolina Morace che ricordava di averlo conosciuto quando aveva debuttato in Nazionale, a 14 anni. E c’erano anche i “figli” del suo presidente e del suo Ct, Francesco Franchi e Furio Valcareggi. Fu una bella festa. Riposa in pace Fino, di te rimarrà un ricordo indelebile!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.