IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Villa Zanelli, Articolo Uno: “Poteva diventare a costo zero un centro iperbarico, la Regione disse no”

Attacco anche a Toti: : “Esauditi gli interessi di speculatori privati, da lui e soci solo propaganda"

Più informazioni su

Villa Zanelli ancora al centro della polemica. “Da Toti e soci non mi aspettavo niente di diverso dalla soluzione trovata, ormai solo inclini a propaganda, tappeti rossi e inaugurazioni. Progetti di sviluppo per la nostra regione zero!”. Lo dichiara Bruno Larice, coordinatore provinciale di “Articolo Uno Savona”.

“Circa una decina di anni orsono, all’ora ero presidente  della terza  circoscrizione del comune di Savona, venni avvicinato da un noto medico cittadino. Mi propose facendo da portavoce dell’Associazione Nazionale Alpini di chiedere alla Regione Liguria, di partecipare  ad un progetto  per il recupero di Villa Zanelli. Tale proposta avrebbe portato alla nascita di un centro iperbarico, il secondo in regione dopo quello presente a Genova. Il tutto finanziato attraverso la mediazione dell’A.N.A.  dalla Fondazione Ferrero di Alba. Il progetto sarebbe stato a costo zero per la collettività, che avrebbe potuto utilizzare il parco e mantenuto la proprietà pubblica del bene. L’associazione medica che avrebbe dovuto gestire il centro chiedeva solo di avere una convenzione a basso costo e a lungo tempo per assorbire i costi dell’investimento”.

“Non se ne fece nulla perché la Regione riteneva di dover vendere l’immobile – continua Larice – negli anni si inseguirono voci di privati  intenzionati ad acquistare, cosa molto complessa per la presenza di vincoli architettonici e considerando che tale bene è una donazione che vincola almeno moralmente la città. Si è quindi al fine giunti, come spesso accade, ad esaudire gli interessi di speculatori privati a scapito degli interessi pubblici”.

“Ah dimenticavo . . . . gli attori istituzionali di queste recite, anche mal interpretate, sono di varie estrazioni politiche. La costituzione di un nuovo centro sinistra passa anche dall’aver cambiato passo da tempo, abbandonando scimmiottamenti programmatici consoni più al centro destra” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.