IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado Ligure, approvata la riqualificazione della periferia, Giuliano: “Le frazioni la nostra priorità”

Valletta e Griffi le zone interessate, il progetto si estenderà anche alle scuole medie

Vado Ligure. Approvato oggi in consiglio comunale il progetto di riqualificazione delle zone Valletta e Griffi, che darà la possibilità ad Az Arreda (società piemontese interessata alle aree delle ex Officine Ferrero) di costruire un percorso urbanistico in quella che oggi è considerata la periferia di Vado Ligure.

“Non è più tempo di aspettare, gli abitanti della zona attendono da troppi anni. È dal 2015 che discutiamo animatamente con gli operatori per il progetto e oggi abbiamo finalmente trovato l’accordo – evidenzia il sindaco Monica Giuliano – Dove c’è degrado, non può esserci sviluppo, in questi anni abbiamo già provveduto con alcuni interventi nelle zone di Valletta e Griffi, ma serve un lavoro più ampio per riuscire a sistemare un’area di 20 mila metri quadrati. La nostra priorità è riqualificare la zona in modo che abbia effetti positivi sulle frazioni”.

Il progetto prevede lo spostamento della strada sottostante l’abitato verso Bombardier, al termine della nuova strada sorgerà una nuova area urbana, che come sottolinea il sindaco “verrà disegnata con gli abitanti del luogo, verranno inseriti servizi, giardini, parchi, oltre a delle superficie di vendita autorizzate dalla Regione Liguria”.

Ma le iniziative di riqualificazione urbanistica non finiscono qui. “Vogliamo estendere il centro urbano. Dopo aver precedentemente riqualificato via Gramsci, partiranno anche i finanziamenti pari a un milione e duecento mila euro per via XXV Aprile. L’idea è di collegare le due vie passando da via Ferraris. Ci sarà un camminamento ciclabile e pedonale complessivo, in modo tale che il centro si estenda verso la Valletta, che non sarà più periferia ma centro urbanizzato” spiega Giuliano.

Ultimo punto del nuovo progetto riguarderà il polo scolastico: “Le aree ex Ferrero sono separate dalle scuole medie solo dalla ferrovia, gli altri oneri che arriveranno da questa operazione verranno utilizzati per ristrutturare completamente la struttura delle scuole”.

“Siamo molto soddisfatti del risultato, se in quella che possiamo chiamare la prima fase il nostro obiettivo è stato consolidare industrie e lavoro con posizioni di alta specializzazione, ora nella seconda fase abbiamo bisogno di dare lavoro stabile anche a coloro che non sono laureati. Dal settore del commercio e da quello terziario sono convinta possano arrivare possibilità in tal senso” conclude il sindaco di Vado Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.