IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Arboscello (Pd): “Si può e si deve fare di più. Ecco le mie proposte”

“Nei 5 anni di Toti, si è fatto poco e male. Tanti Comuni e sindaci abbandonati dalla Regione”

Liguria. Il Turismo, settore fondamentale per l’economia di tante regioni italiane, tra cui anche la Liguria. Lo sa bene il candidato alle elezioni regionali 2020 del Pd e sindaco di Bergeggi Roberto Arboscello secondo cui, però, “in questi 5 anni di presidenza Toti si è fatto poco e male, con Comuni e relativi sindaci letteralmente abbandonati dalla Regione”.

arboscello spiaggia

“Il presidente Toti ironizzava sul tappeto rosso dicendo ‘che fastidio vi da?’ Nessuno, ma ci si aspettava azioni concrete a sostegno di un settore importante come il turismo, dove servono persone autorevoli e competenti, che non sono mai arrivate”, ha esordito l’esponente ‘dem’ ai microfoni di IVG.it.

Arboscello, quindi, ha snocciolato una serie di proposte per rilanciare e migliorare il settore turistico regionale, senza risparmiare nuove frecciate alla giunta regionale targata Toti.

“Servono una maggiore quantità di dati e un’analisi dei flussi sulla nostra Regione per poi fare una proposta concreta. Ma urge un sostegno agli operatori turistici, servono incentivi e soprattutto una promozione durante tutto l’arco dell’anno e non concentrata solamente nella stagione estiva. Poi un sistema di turismo integrato regionale: abbiamo tantissime peculiarità da valorizzare. C’è Savona, ad esempio, una città capoluogo bellissima. Ma abbiamo anche Albissola come capitale della cultura e bellissimi borghi sia costieri che nell’entroterra. Senza dimenticare una rete sentieristica che va ad integrarsi con una salvaguardia dei nostri presidi agroalimentari”, ha proseguito Arboscello.

Capitolo relativo al turismo balneare: “In questo senso bisogna sicuramente fare di più. Mi riferisco al tema delle spiagge libere: la Regione ha abbandonato i sindaci. Le spiagge libere sono un patrimonio da valorizzare per tutto il sistema turistico, anche per i balneari che hanno gli stabilimenti adiacenti. Ma, in generale, tutti i comuni costieri sono stati abbandonati e da tempo chiedo un coordinamento a livello regionale affinché ci sia un criterio omogeneo in tutta la Liguria. Non si è voluto fare, ma si può fare di più e si deve fare di più”, ha aggiunto ancora.

E in una ipotetica veste di assessore regionale al Turismo, ha proseguito: “Farei un tavolo con tutte le amministrazioni comunali balneari, costiere e dell’entroterra per coordinare tutte le peculiarità che abbiamo sul nostro territorio in moda da valorizzarle”.

Infine, una proposta anche sul ripascimento delle spiagge, altro tema fondamentale per la nostra Regione: “La mia idea è di creare un fondo all’interno del fondo strategico apposito per la tutela e la salvaguardia delle nostre coste. L’importante è poter lavorare sui nostri litorali durante tutto l’anno e non limitarsi alla fruibilità estiva, quindi non solo ripascimento ma anche un sistema di protezione delle nostre spiagge”, ha concluso Arboscello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.