IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Tu donna devi stare zitta”: rapina il Carrefour, insulti sessisti a cassiera e picchia un addetto

Si tratta di un giovane maggiorenne di origine marocchina, residente a Torino: denunciato

Alassio. La stagione estiva volge al termine, ma gli strascichi di un’estate 2020 purtroppo condita da numerosi episodi di microcriminalità proseguono ancora oggi. 

L’ultimo episodio, in ordine temporale, si è verificato domenica mattina, ad Alassio. Protagonista in negativo, un giovane marocchino appena maggiorenne residente a Torino. 

Entrato con alcuni amici al Carrefour, ha rubato diversi articoli, tentando poi di nasconderli in uno zaino. Ma, quasi all’uscita, è stato sorpreso da una cassiera, che lo ha fermato chiedendogli di restituire il maltolto. 

A quel punto, però, è esplosa la rabbia del giovane, che ha iniziato a rivolgersi alla ragazza con insulti sessisti: “Tu sei donna, devi stare zitta. Con me non ci devi parlare”, un esempio. 

Per fortuna, in aiuto alla giovane è sopraggiunto un collega, che ha inseguito il giovane di origine nordafricana all’esterno ma, una volta fuori, invece di desistere, il rapinatore ha reagito in malo modo, colpendolo con schiaffi al volto. 

Immediata la chiamata ai soccorsi e tempestivo l’intervento degli agenti del commissariato di Alassio. Al loro arrivo, però, l’autore della rapina si era già dileguato, ma il dipendente è comunque riuscito a fargli una foto.  

Immagine che è risultata fondamentale poichè nelle ore successive all’accaduto, nell’ambito dei consueti controlli, gli agenti sono riusciti a riconoscerlo: indossava ancora gli stessi vestiti e aveva con sé lo zaino. 

È stato fermato e denunciato per “rapina impropria”. Ha già numerosi precedenti ed è stato anche oggetto di un recente richiamo da parte della Questura di Torino. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.