IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trasporto ferroviario e sicurezza sanitaria, Assoutenti: “Il metro deve essere uguale per tutti”

Mancanza di coordinamento, a pagarne il prezzo sono gli utenti

Più informazioni su

Liguria. La richiesta iniziale dell’associazione è scaturita “dal (non) uso delle mascherine e dalla difficoltà di riuscire a convincere gli utenti a indossarla senza l’aiuto delle forze dell’ordine”, motivo per il quale hanno chiesto “che le forze dell’ordine presidiassero le stazioni coadiuvati dall’esercito. La richiesta era condivisa da Regione Liguria, in particolare dall’assessorato ai trasporti, e Trenitalia”.

Così Assoutenti interviene sui dispositivi di protezione individuale nel settore dei trasporti, al centro di aspre polemiche.

Il provvedimento, per favorire la ripresa della stagione turistica, adottato da Regione Liguria e altre regioni come Toscana, Piemonte, Emilia, volto a consentire il riempimento al 100% dei posti a sedere non ha suscitato lamentele.

“L’amara riflessione” è sorta spontanea quando il problema del riempimento al 100% dei posti a sedere è emerso quando le compagnie di trasporto ferroviario nel segmento dell’alta velocità, Trenitalia e Nuovo Trasporto Viaggiatori, hanno deciso di interpretare estensivamente la norma contenuta “nel DPCM del 14 luglio decidendo di sospendere il distanziamento”.

Riconoscendo lo sforzo compiuto da Regione nell’aver ascoltato la loro voce, la richiesta di Assoutenti è ora rivolta al Governo con l’obiettivo di ottenere “una normativa chiara, univoca, che valga per tutti”. Rivendicano la parità di trattamento e la possibilità di veder realizzate le loro istanze; come il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha appena fato con il ripristino, dopo anni di pressioni, dell’IC Torino – Genova – Ventimiglia.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.