IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stop a discoteche e mascherine dopo le 18, Bassetti: “Virus fornaio? Lavora solo di notte…”

Il mal di pancia continuo sulla "strategia del terrore"

Più informazioni su

Liguria. Il direttore del dipartimento di malattie infettive del San Martino Matteo Bassetti entra ancora a gamba tesa sulla nuova stretta del governo imposta a locali da ballo e sull’utilizzo delle mascherine dopo le 18.

L’epidemiologo genovese, che nelle ultime settimane aveva ipotizzato un indebolimento del virus sulla base di evidenze cliniche (meno pazienti gravi in ospedale) usa il sarcarsmo per commentare le ultime ordinanze ministeriali. Ordinanze che, lo ricordiamo, non potranno essere messe in discussione dalle Regioni.

“Si continua nella strategia del terrore e dell’allarmismo senza pensare alle conseguenze di tutto questo – scrive Bassetti su Facebook, utilizzando come immagine la copertina di un fumetto d’epoca – la cosa che più colpisce è che a farlo non siano i medici, che hanno curato e curano questa infezione, ma tutti quelli che si sono autoproclamati esperti o i miracolati dal Covid, tra cui molti medici. A questo gioco al massacro io non ci sto”.

“Sappiate che in Italia Il virus lavora e contagia solo di sera e notte. Di giorno invece si riposa. Sarà mica un virus fornaio? Rido per non piangere”, conclude Bassetti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.