IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Assonautica: “Un protocollo comune per salvaguardare il Mediterraneo”

"Il mare appartiene a tutti, ognuno deve fare la sua parte"

Savona. “Il 22 febbraio scorso a Savona nella sala Sibilla della fortezza Priamar durante l’evento ‘Il mare che vorrei’, è stata illustrata la situazione del nostro mare e la necessità di unire le forze presenti sul territorio per riuscire a diffondere buone pratiche e comportamenti virtuosi al fine di ridurne l’inquinamento”. Lo racconta l’Assonautica Provinciale di Savona che vuole ricordare a tutti l’impegno preso.

Assonautica insieme ad altri partner partecipa, infatti, al progetto europeo PORT-5R, finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale Italia-Francia Marittimo 2014-2020, il cui obiettivo è una gestione sostenibile dei rifiuti nei porti del Mediterraneo attraverso la strategia delle 5R: Riduzione, Riuso, Riciclo, Raccolta e Recupero.

Durante l’ultimo incontro, i partecipanti al progetto hanno stilato un decalogo di pratiche virtuose per tutelare il Mediterraneo e le specie animali che lo abitano. Dieci sono i punti: promuovere campagne di informazione ed educazione su temi ambientali, rafforzare il lavoro di collaborazione mediante l’attivazione di reti e l’organizzazione di eventi per migliorare la gestione dei rifiuti, adottare nuove politiche per la prevenzione dell’inquinamento marino, promuovere la ricerca e la sperimentazione di soluzioni innovative per la gestione sostenibile dei rifiuti nei porti e nelle marine in un’ottica di economia circolare, capitalizzare le buone pratiche sviluppate dal progetto PORT-5R al fine di renderle patrimonio comune dell’area transfrontaliera italo-francese, incrementare l’offerta formativa per la nascita di nuove figure professionali che contribuiscano in maniera incisiva a preservare la qualità ambientale nelle aree portuali e nelle marine, eliminare, o quantomeno abbattere sensibilmente, l’utilizzo della plastica usa e getta all’interno dei porti e delle marine, rafforzare l’impegno dei diportisti a proteggere il mare, realizzare o potenziare le isole ecologiche per la corretta gestione dei rifiuti nei porti e nelle marine.

Il protocollo comune è stato firmato da: Camera di Commercio Riviere di Liguria, Comune di Savona, Comune di Albisola Superiore, Comune di Albissola Marina, CONI di Savona, Unione Utenti Del Porto di Savona, Lega Navale Italiana, International Propeller Club port of Savona, Gruppo ANMI “Vanni Folco” Marinai D’Italia, dalle associazioni A Campanassa, Canottieri Sabazia, Menkab il respiro del mare, dalle imprese SV Port Service ed ILMA Sub oltre che dai partner del progetto PORT-5R (Assonautica Provinciale di Savona, Fondazione MO.SO.S, Università degli Studi Di Genova DICCA, Ekso SRL, Karalis Yacht Services, Elgi srl, Ville d’Ajaccio)

“Il mare appartiene a tutti e per tutelarlo è necessaria la partecipazione di tutti, ognuno deve impegnarsi a fare la sua parte. Con la firma del protocollo comune l’impegno è stato preso!” concludono da Assonautica.

[ foto id = 641112]

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.