IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rari Nantes, Alberto Angelini: “La nostra aspettativa più grande è poter giocare”

L'allenatore biancorosso illustra i nuovi arrivi nella sua formazione

Savona. Uno dei punti fermi per la Rari Nantes Savona è l’allenatore. Alberto Angelini guiderà la squadra biancorossa per l’ottava stagione consecutiva, oltre a rivestire il ruolo di direttore tecnico.

Carige Savona Vs Sport Management

Nel giorno della presentazione della formazione biancorossa, in vista del campionato 2020/2021, Angelini esprime un pensiero che, nel mondo dello sport, accomuna tutti: “La più grande aspettativa della stagione è giocare, fare più partite possibili. L’ultima partita giocata è il 7 marzo: questo dice che è un intervallo pazzesco, uno stop mai visto nello sport italiano e nella pallanuoto italiana soprattutto. Quindi la nostra aspettativa di oggi è solo questa, è semplice, di quelle proprio da bambini che ritornano ad approcciare il loro gioco preferito. Tutto quello che verrà dopo sarà soltanto un di più e noi vogliamo esprimere questa gioia di poter tornare a giocare il più a lungo possibile“.

La squadra savonese, grazie ad alcuni innesti, si presenta competitiva. “Oggi è il primo giorno di allenamento – spiega il tecnico -, abbiamo una squadra da presentare che è un bel mix di giocatori forti, esperti e giovani del nostro vivaio, più un ragazzo di Roma, un 2002, Iocchi Gratta, di prospettive molto buone, che abbiamo seguito negli ultimi due anni e ha deciso di venire a Savona perché sa che a Savona si lavora forte coi giovani, c’è grande tradizione. Poi abbiamo un nazionale molto forte come Fondelli dalla Pro Recco che ha deciso di preparare l’anno olimpico da noi, ovviamente sperando che ci sia l’Olimpiade. E poi Bruni, centroboa che è stato a Recco e Sport Management e io l’ho avuto nella Nazionale universitaria con cui abbiamo vinto l’oro a Napoli l’anno scorso, quindi un ragazzo che conosco. L’ultimo nuovo è il portiere Massaro: anche lui ha fatto parte della mia squadra universitaria, quest’anno era secondo del Recco e c’è stato questo prestito proprio per vederlo alla prova con la calottina numero uno e vedere se riesce a tirare fuori tutte le qualità che possiede”.

Questo è un bel mix di giocatori di grande esperienza con giovani promettenti, in più ovviamente il capitano Rizzo e Campopiano il nostro mancino di Napoli. Oggi manca all’appello solo Vuskovic, il montenegrino che da due anni gioca a Savona, perché ha problemi familiari e ci raggiungerà alla fine della settimana prossima. Questo è il primo giorno di scuola – conclude Angelini – e vediamo di proseguire senza il nemico Covid che sicuramente è il più grande ostacolo da superare in questa stagione“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.