IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Progetto via Abba, la replica del sindaco De Vecchi: “Il gruppo Lorenzi Sindaco ha idee confuse”

“E rischiamo che trasferiscano questa loro confusione anche ai residenti”

Carcare. Polemiche sul progetto di via Abba a Carcare, con un attacco rivolto all’amministrazione comunale da parte del gruppo “Lorenzi Sindaco” (leggi qui). Ma la replica dell’intera giunta comunale, per voce del sindaco Christian De Vecchi, non si è fatta attendere.

“Nei prossimi mesi a Carcare si attiverà, nell’alveo del fiume Bormida, un importante intervento di mitigazione del rischio alluvionale, legato al pericolo d’esondazione nel pieno centro storico del paese, – ha esordito il primo cittadino. – Grazie alle politiche di prevenzione del rischio, attivate dalla Regione Liguria con lo stanziamento di risorse economiche specifiche, il comune di Carcare beneficerà di quasi un milione di euro (985mila euro) per risolvere definitivamente alcune problematiche legate al restringimento della ‘zona rossa fluviale’ tra piazza Cavaradossi e via Abba”. 

“E’ evidente, questa amministrazione progetta, partecipa a bandi regionali, ottiene finanziamenti regionali e ministeriali per migliorare in termini urbanistici e di sicurezza il proprio paese, mentre la minoranza Pd non riesce a fare altro che negativizzare, sminuire e talvolta a criminalizzare, – ha proseguito il sindaco. – In merito a questi tre progetti che, incideranno sull’area di via Abba, il Pd carcarese ha le idee molto confuse, rischiamo che trasferiscano questa loro confusione anche ai residenti, strumentalizzando paure e ansie per iniziative che non corrispondono alle realtà progettuali”.

“Stiamo parlando di due interventi strategici che risolveranno definitivamente la messa in sicurezza idraulica del fiume Bormida, in un punto dove è evidente a tutti la forma a ‘imbuto’ che ha l’alveo del fiume, nonché la restrizione del ponte della SP29, dove solo due arcate delle 7 esistenti sono dedicate al passaggio dell’acqua in piena”.

“L’allargamento dell’alveo del fiume restituirà al Bormida il suo stato originale prima degli interventi restringenti, in zona demaniale, degli anni 80 e 90, mentre la passerella migliorerà la qualità della vita dei residenti di via Abba e via Garibaldi e creerà nuove opportunità per le attività produttive delle due sponde del fiume”, ha aggiunto ancora De Vecchi. 

“Ricordiamo che, la strada a fianco del fiume in zona via Abba, venne realizzata quando la viabilità intorno a Carcare era priva delle varianti, oggi completate, e quando non esisteva ancora la strada tra piazza Sapeto e via dei Gaggioni. Ora le condizioni sono mutate e la zona di via Abba può ritornare zona residenziale nel vero senso dell’espressione, a traffico limitato ai residenti anziché circondata da un circuito automobilistico. Una scelta ovviamente di sicurezza e qualità”.

“I progettisti sono stati molto attenti alle sensibilità dei servizi e sottoservizi della zona, sono già iniziati gli incontri con i cittadini, gli amministratori dei condomini e con le aziende presenti nell’area. Non da ultimo quell’area, insieme ad altre, rientrerà nel perimetro del futuro PUC comunale, collegato alla legge regionale n°23 di riqualificazione urbanistica, per la quale il Comune di Carcare è stato l’unico in provincia di Savona ad essere stato finanziato dalla Regione Liguria”, ha concluso il sindaco a nome dell’intera giunta comunale. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.