IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Presto in funzione ben 19 nuovi autovelox sull’Autofiori, un ginepraio di limiti difficili da rispettare foto

Un improvviso bisogno di sicurezza, visto che in questo tratto non ce ne sono mai stati

Più informazioni su

Savona. All’anima della sicurezza. L’Autostrada dei fiori (Gruppo Gavio, il maggior operatore privato del settore al mondo), che gestisce la Savona-Torino e la Savona-Ventimiglia, si è improvvisamente ricordata che anche in quest’ultimo tratto ci sono problemi di sicurezza (e come negare qualcosa in nome della sicurezza?) e ha deciso di installare ben 19 (diciannove) autovelox, tra andata e ritorno, nel tratto da Savona e Ventimiglia. Prima ce n’erano zero e dunque un po’ la sicurezza l’avevano trascurata, questi birichini, no?

Comunque è partita la (legittima, beninteso) grancassa di tutti i soggetti interessati, cioè Autofiori, poliziotti ecc. ecc. per farci sapere che dobbiamo stare più attenti e moderare la velocità soprattutto all’uscita delle gallerie. Va bene, grazie, faremo più attenzione.

Un altro particolare non di poco conto è che il limite non è sempre lo stesso ma cambia a seconda della galleria perché ogni tratto ha le sue peculiarità. Grazie anche di questa precisazione.

Il problema è che con limiti spesso diversi sarà più difficile adeguare la velocità.

Insomma, anziché la strada dovremo guardare i cartelli dei divieti: non sappiamo se questo aiuterà davvero Sua Maestà la sicurezza, su un’autostrada cara come poche per via che – è sempre stato detto – corre in gran parte su viadotti o sotto gallerie, che hanno costi di manutenzione molto alti.

La compagnia cantante dei benpensanti si è affrettata ad aggiungere che guai a pensare che tutto questo possa essere dovuto a ragioni di cassa. Ma certo, quando mai, ci mancherebbe.

È stato infine comunicato che gli autovelox non sono ancora funzionanti e che ci avvertiranno quando lo saranno. Di nuovo grazie.

D’altronde è un periodo felicissimo, col turismo in ginocchio, molte imprese sull’orlo della chiusura anche perché le code hanno tenuto lontani i turisti.

Ma si, se tra una coda e l’altra ci capiterà di sgranchirci il piede sull’acceleratore pazienza: pagheremo la multa da bravi cittadini. Ci mancherebbe bellezza, è in gioco la nostra sicurezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.