IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Portuale 58enne del Culp di Savona accusa malore, il Consiglio Delegati: “L’organico va svecchiato, subito un tavolo con AdSp e sindacati”

"Per mantenere i livelli produttivi e di sicurezza del porto di Ge-Sv, e dare stabilità ai giovani"

Savona. “Questa mattina nel Terminal Alti Fondali del porto di Savona, durante le operazioni di sbarco di carbone, un portuale di 58 anni della Compagnia Unica Lavoratori Portuali di Savona ha avuto un malore,causato probabilmente, anche dalle alte temperature in stiva e, soprattutto, dalla faticosa mansione che stava eseguendo. Solo grazie al tempestivo intervento del personale sanitario, che oltretutto ha potuto usare in emergenza la ‘gabbia sanitaria portapersone’ dedicata per questi casi, si è potuto dare immediato supporto al lavoratore”. A comunicarlo è il Consiglio dei Delegati della Culp, che esprime “gratitudine al personale sanitario intervenuto, vicinanza al lavoratore ed alla sua famiglia, col sincero augurio di un pronto recupero”.

“L’episodio di questa mattina non fa che riportare all’ordine del giorno quanto già ricordato durante lo sciopero regionale del 24 luglio scorso, dove si riteneva, necessaria ed inderogabile una seria discussione con le segreterie sindacali tutte e l’Autorità di Sistema Portuale, al fine di procedere ad un graduale percorso di svecchiamento dell’organico della Compagnia Unica di Savona. Il sistema pensionistico attuale non garantisce né la continuità di occupazione generazionale nei porti né la completa sicurezza sul lavoro; quanto accaduto questa mattina suona come un campanello d’allarme che non può essere sottovalutato, o ancor peggio ignorato, considerando l’età avanzata di molti lavoratori della Compagnia Portuale che devono svolgere anche mansioni particolarmente faticose, in rapporto all’età anagrafica, per potersi costruire giornalmente il salario”.

“Nonostante il ricollocamento degli inabili al lavoro, attuato dalla Compagnia Unica, i delegati dei lavoratori ritengono, necessario ed improcrastinabile l’utilizzo dello strumento del comma 15 bis dell’articolo 17 dell’84/94 per procedere allo svecchiamento dell’organico della Compagnia stessa. Chiediamo quindi, la costituzione urgente di un tavolo con l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure occidentale, congiuntamente alle segreterie sindacali di categoria, per stabilire un percorso condiviso che mediante l’erogazione dei fondi previsti dalla legge possa svecchiare il corpo sociale della Compagnia, mantenere i livelli produttivi e di sicurezza del porto di Ge-Sv, e dare stabilità ai giovani”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.