IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, il comandante generale delle Capitanerie di Porto in vista alla sede della Guardia Costiera foto

Ha espresso sentimenti di vicinanza alle donne e agli uomini dell'autorità marittima per “il fondamentale contributo operativo quotidianamente svolto"

Loano. Questa mattina il comandante generale del corpo delle Capitanerie di Porto, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, accompagnato dal direttore marittimo della Liguria, ammiraglio ispettore Nicola Carlone, ha fatto visita agli uomini e le donne del compartimento marittimo di Imperia, incluso il comandante ed i titolari degli uffici minori dipendenti da Ventimiglia a Diano Marina.

Pettorino ha rivolto loro il suo vivo apprezzamento per il lavoro quotidianamente svolto a servizio del cluster marittimo e dell’utenza del mare. Nell’occasione il comandante generale ha tenuto una conferenza stampa incentrata sull’importante tema della tutela e protezione dell’ambiente marino, con particolare riguardo alla difesa delle aree marine protette e alla conservazione degli stock ittici, costantemente minacciati dalla presenza di “reti fantasma”.

“È opportuno continuare a coltivare il costruttivo e consapevole dialogo, che la Capitaneria di porto di Imperia è disponibile ad avviare con le locali Autorità e gli operatori del mare, per costruire insieme un percorso condiviso a vantaggio della conservazione della flora e della fauna delle Secche di Santo Stefano. La tutela dell’ambiente marino può anche costituire un volano per lo sviluppo del locale turismo” ha detto Pettorino.

Nel corso della conferenza stampa l’ammiraglio Pettorino ha evidenziato le gesta eroiche, integralmente raccontate sul volume “Navi Mute”, del comandante Natale De Grazia: ufficiale del corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera, che scomparse nella notte tra il 12 e il 13 dicembre 1995 mentre indagava su quelle “navi a perdere” sospettate di essere state affondate, deliberatamente, con il loro carico di rifiuti pericolosi.

Successivamente il comandante generale, accompagnato dal direttore marittimo della Liguria, si è recato in visita presso l’ufficio circondariale marittimo di Loano-Albenga. Il comandante generale è stato accolto dal capo del compartimento marittimo di Savona, capitano di vascello Francesco Cimmino, e dal capo del circondario marittimo di Loano-Albenga, tenente di vascello Camilla Ripetti Pacchini.

Nell’occasione l’ammiraglio Pettorino ha espresso sentimenti di vicinanza alle donne e agli uomini dell’autorità marittima per “il fondamentale contributo operativo quotidianamente svolto, per garantire e salvaguardare la vita umana in mare e tutela dell’ambiente marino e costiero”. Infine ha espresso a tutto il personale il proprio totale compiacimento per il loro indispensabile servizio reso a tutta la locale comunità.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.