IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inseguito da gruppo di ragazzi, si rifugia in un bar di Alassio: il titolare interviene e rimedia due costole rotte

È accaduto la notte scorsa, al cocktail bar Bel In di corso Dante Alighieri: indagano i carabinieri

Più informazioni su

Alassio. Nottata movimentata, l’ennesima di questa lunga estate 2020 in Riviera per le forze dell’ordine che, ormai quotidianamente, si trovano a dover fare i conti con scarso senso civico e microcriminalità, in particolare ad opera di giovani turisti.

L’ultimo episodio in ordine tempo è avvenuto lunedì notte, ma è ancora tutto da chiarire, con le indagini serrate condotte proprio in queste ore dalla Compagnia Carabinieri di Alassio, impegnata nel cercare di ricostruire la dinamica dei fatti e attribuire le relative responsabilità.

Stando a quanto riferito dal racconto di alcuni testimoni, si sarebbe verificato una sorta di inseguimento ad opera di un gruppo di una decina di ragazzi nei confronti di un altro giovane, forse reo del furto di un cellulare. Le grida del gruppo (frasi come “Ti ammazziamo”) sono state sentite in tutta la via, attirando ovviamente l’attenzione di alcuni residenti.

Il giovane inseguito ha cercato riparo, per motivi ancora da accertare, all’interno di un locale, il cocktail bar Bel In di corso Dante Alighieri. Una volta dentro il titolare, che non conosceva la dinamica dell’accaduto, avrebbe tentato di calmare il gruppo di ragazzi inferociti, ma senza esito. Ed anzi, rimediando lesioni importanti: ne è nato un tafferuglio al termine del quale ha riportato addirittura la frattura di due costole.

Tempestiva la chiamata ai soccorsi e celere l’arrivo di una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Alassio che sono riusciti, non senza difficoltà, a calmare gli animi.

Numerose le componenti della vicenda ancora da chiarire: la motivazione che ha spinto il gruppo ad inseguire il ragazzo, il perché quest’ultimo si sia rifugiato nel bar di corso Dante, i motivi dell’aggressione al titolare. Proprio in queste ore sono in corso indagini serrate ad opera degli uomini dell’Arma, anche con l’ausilio di alcuni testimoni e delle immagini degli impianti di videosorveglianza della zona.

Contestualmente, proseguono anche i controlli e i servizi mirati ad opera dei carabinieri sul territorio, per garantire la sicurezza di cittadini e turisti e cercare di evitare il ripetersi di episodi analoghi a quest’ultimo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.