IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Individuato il colpevole dell’incendio nella chiesa San lorenzo di Cairo fotogallery video

Denunciato un uomo di 44 anni, residente nella cittadina cairese: è in corso l'interrogatorio in Procura

Cairo Montenotte. Trovato il colpevole dell’incendio che ha colpito la chiesa di San Lorenzo venerdì 14 agosto. Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Cairo, in collaborazione con il comando provinciale dei vigili del fuoco, hanno portato alla denuncia di un uomo di 44 anni, residente a Cairo Montenotte. Ancora da chiarire il movente che abbia spinto l’uomo ad innescare le fiamme.

La svolta è arrivata nella giornata di ieri, quando attraverso l’analisi peritale è stata accertata la dolosità del rogo, escludendo ogni possibile causa accidentale. Le immagini delle telecamere della zona e il racconto di alcuni testimoni hanno permesso di individuare il responsabile dell’incendio, che è stato interrogato in caserma. “Dopo un iniziale tentativo di negare le proprie responsabilità, fornendo una versione dei fatti che è apparsa subito non credibile, e messo di fronte a riscontri oggettivi della falsità delle proprie dichiarazioni, l’uomo ha confessato di aver compiuto l’insano gesto che per fortuna non ha mietuto vittime” dichiara il Maggiore Daniele Quattrocchi, comandante della Compagnia dei carabinieri di Cairo.

È in atto in questo momento, presso la Procura della Repubblica di Savona l’interrogatorio dell’uomo davanti al pm Chiara Venturi, che coordina le indagini. Sono in corso da parte dei carabinieri ulteriori accertamenti per definire alcuni dettagli della vicenda così da poter consentire il dissequestro della chiesa e poterla restituire alla comunità in attesa dei lavori di ristrutturazione.

Da una testimonianza raccolta da Ivg.it sul luogo, la donna che ha lanciato l’allarme raccontava di aver visto un uomo allontanarsi dalla sacrestia poco prima che le fiamme divampassero (leggi qui), intorno alle 15:00.

L’incendio inizialmente ha coinvolto solo il tetto della sacrestia e poi si è diffuso sulla navata centrale. Nonostante i notevoli danni, però, la chiesa si è salvata, le fiamme, infatti, non hanno interessato gli interni e la volta (leggi qui).

Ora gli inquirenti sono impegnati a chiudere il cerchio sull’inchiesta, con la comunità cairese in attesa di riavere la sua chiesa: forme, modalità e tempi dell’intervento sono ancora da definire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.