IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli abitanti di Luceto: “Sul cantiere dell’Aurelia Bis, la miglior sciata di agosto”

Un divertente video parodia per esprimere la rabbia sulla durata dei lavori

Più informazioni su

Albisola Superiore. Alcuni abitanti di Luceto scelgono un video parodia per analizzare la situazione dei lavori sull’Aurelia Bis. Scarponi, guanti, tute e sci sulle spalle: sembrerebbe di trovarsi in una località di montagna in piena stagione invernale, invece le immagini, realizzate da Luca Patrone e ideate da Mauro Giacchino, mostrano i cantieri dell’infrastruttura del tratto savonese in una soleggiata giornata di agosto.

video parodia aurelia bis

“Siamo davanti alla nuova pista da sci che l’Anas ha creato al posto di finire l’Aurelia Bis, spero che aprano le piste in maniera che arrivino i turisti. Intanto che noi siamo sempre in coda non frega niente a nessuno”. Così inizia il video che continua sulle note di “Canta lo sciatore” di Cherubini e Bixio che accompagnano le immagini della piscina coperta albissolese e dell’Aurelia Bis. Si ironizza poi davanti al pannello informativo del cantiere, l’importo dei lavori € 125.129.404, 70.000,  “troppo caro lo skipass!” e sulla loro durata con la deadline fissata al 15 febbraio 2012 “ed oggi siamo al 15 agosto 2020, hanno fatto in fretta!”. Il video si conclude con il protagonista, Mauro Giacchino, che a gran voce esulta “Avanti, viva l’Italia”.

video parodia aurelia bis

Il nostro obiettivo è che il video diventi virale, sperando le cose possano cambiare e accelerare – sottolinea Giacchino- Abito di fronte al cantiere, dove sono state depositate tutte le macerie di questo disastro. È già una zona sfortunata, ponteggi fermi da anni sulle abitazioni di Borgo degli Erchi, la piscina è ancora è da finire ed è diventata un deposito di camion ed ora un’altra opera non terminata davanti alle nostre case, che ogni giorno si riempiono di polvere. Quando è stato realizzato il campo da golf, sono stati richiesti estimi catastali più alti in quanto le case andavano a far parte di un comprensorio sportivo e di interesse turistico. Nessuno si interessa, di questa situazione così abbiamo deciso di esprimere la nostra rabbia attraverso un video realizzato dal fotografo di moda Luca Patrone”.

I protagonisti sono prevalentemente persone della zona, a cui si sono aggiunti anche dei passanti che erano concordi con il nostro messaggio – racconta Giacchino- L’Aurelia Bis serve, quando l’autostrada si intasa , rimaniamo tutti bloccati e ormai mancano davvero pochi lavori per terminare l’opera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.