IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Estate 2020, Coldiretti Liguria: “I turisti riscoprono i borghi e il made in Italy”

"Un'occasione per fare un’esperienza a 360° della realtà locale"

Liguria. Da un’analisi condotta da Coldiretti in collaborazione con Ixè, emerge come siano cambiate le abitudini degli italiani per le vacanze di quest’estate in reazioni alle nuove necessità dettate dalle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria legata al Covid – 19: tre italiani su quattro hanno scelto di visitare frantoi, cantine, aziende, agriturismi o mercati. Il turismo di prossimità ha favorito la riscoperta dei piccoli borghi a discapito di località più conosciute e affollate.

“Dal mare all’entroterra con visite in cantine e frantoi, spesa presso i mercati e i punti vendita aziendali, pasti in agriturismi ed ittiturismi, il tutto per scoprire realmente il territorio ligure: sono sempre di più i turisti che fanno dell’enogastronomia un importante criterio di scelta della propria vacanza, gustando piatti della tradizione e acquistando prodotti locali a chilometro zero direttamente dai produttori, dove ottimizzare il rapporto prezzo/qualità e garantirsi una spesa sicura”, commenta Coldiretti i risultati dell’analisi.

“L’acquisto di un alimento direttamente dal produttore e la scelta di piatti tipici della tradizione locale – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – sono occasioni importanti per conoscere non solo il prodotto, ma anche la storia, la cultura e le tradizione di chi ha contribuito a conservare un patrimonio inestimabile come quello ligure, fatto di eccellenze conosciute a livello mondiale, come il Basilico Genovese DOP, l’oliva taggiasca, l’olio DOP Riviera Ligure, i nostri vini DOC, il pesce della nostra costa e tutte le produzioni presenti grazie alle numerose biodiversità che possediamo.”

“La svolta patriottica a cui stiamo assistendo per le vacanze 2020, è estremamente importante in un momento in cui le minor presenze di turisti stranieri, viaggiatori particolarmente sensibile alla qualità e sostenibilità dell’alimentazione, pesano anche nella nostra regione. Ad esempio i nostri agriturismi e ittiturismi continuano ad essere scelti da molti turisti per poter fruire di esperienze dirette e di una cucina genuina: il valore aggiunto di queste strutture è la possibilità di far toccare con mano il territorio e trasformare la vacanza in un’esperienza a 360° della realtà locale grazie ad attività, quali le visite in azienda, laboratori didattici e la possibilità di assaporare i piatti della tradizione.”

“Infine in una situazione così particolare come quella che stiamo vivendo, sia in vacanza che non, acquistare prodotti del territorio significa anche aiutare l’economia e l’occupazione locale e per questo la Coldiretti continua ad essere impegnata nella mobilitazione #MangiaItaliano” concludono.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.