IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Distanziamento sociale sui treni, i pendolari e le categorie: “Meno ‘esercito’ e più treni con più carrozze per gli utenti”

"La regione intervenga su Trenitalia per un incremento del servizio su tutte le tratte regionali"

Liguria. Per garantire il rispetto del distanziamento sociale sui treni occorre “meno esercito” e più treni circolanti con più carrozze a disposizione degli utenti. Ne sono convinti gli esponenti del Comitato Pendolari del Levante Ligure, del comitato Pendolari Sv-Ge, i rappresentanti delle categorie ricorrenti al Tar e del Wwf.

In una nota congiunta scrivono: “Rispetto alla problematica che sta emergendo di contraddittorietà tra indicazioni da parte delle istituzioni nazionali e regionali sul servizio a lunga percorrenza e servizio regionale, riteniamo che la strada maestra per rispettare comunque il principio di precauzione non possa che essere quello di un incremento del servizio e di un incremento dei posti offerti sul servizio regionale”.

“L’obbligo di prenotazione sui treni IC e FB per gli abbonati in possesso di carta Tuttotreno ha già provocato in diversi casi, in occasione di cancellazioni e ritardi, disagi gravi. Non ci sembra che sia quindi opportuna l’introduzione di tale modello anche per il servizio regionale. Il coinvolgimento dell’’esercito’ non è la soluzione rispetto ad un problema di sovraffollamento dovuto ad un servizio insufficiente”.

“La regione intervenga su Trenitalia per un incremento del servizio su tutte le tratte regionali: dalla GeAcqui al Ponente, passando per la Ge-Busalla al Levante; si usi tutto il materiale a disposizione per fornire maggior numero di convogli e quindi superiori garanzie di distanziamento sociale vista anche la mancata reintroduzione di svariati treni esistenti in periodo pre -emergenziale. Renda possibile in via primaria lo svolgimento del servizio del personale viaggiante, garantendone adeguata presenza a bordo, affiancato dal personale Polfer, e non concentri le proprie risorse verso la regolazione dei flussi a terra, azione di dubbia efficacia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.