IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Da Albenga ad Alassio, ubriaco e con un telefono rubato aggredisce e sputa agli agenti: arrestato

Denunciato sabato notte per ubriachezza molesta, è stato trovato ieri semi svenuto in stazione e soccorso, ma è scattata l’aggressione

Alassio. Estate movimentata che sembra non finire mai ad Alassio dove, purtroppo, in questa stagione estiva 2020, si sprecano i crimini e gli episodi di vandalismo. 

L’ultimo, in ordine temporale, reca la data di ieri quando, in mattinata, è scattato un nuovo arresto ad opera della Polizia di Stato. A finire in manette, un 22enne di origine marocchina residente ad Albenga. 

Il giovane, in meno di 24 ore, ne ha combinate davvero di tutti i colori. Prima, nella notte di sabato, è stato denunciato per ubriachezza molesta nelle vie del centro. Ma la sua strada e quella degli agenti era evidentemente destinata a incrociarsi nuovamente. 

Nell’ambito degli ormai consueti controlli, ieri mattina i poliziotti di Alassio lo hanno trovato sdraiato, in stato di semi-incoscienza, all’interno della stazione ferroviaria. Preoccupati per le sue condizioni, hanno cercato di prestargli soccorso, convinti potesse essere stato vittima di un malore. 

Nulla di tutto ciò: in preda ai fumi dell’alcol, e con ogni probabilità sotto l’effetto di stupefacenti, si è risvegliato all’improvviso dal torpore, e non nel migliore dei modi. Prima ha cercato di aggredire gli agenti a sputi, salvo poi provare anche a colpirli con pugni e calci. 

È stato arrestato e, in seguito a perquisizione, gli è stato anche trovato un telefono addosso, che si è scoperto poco dopo essere stato rubato nella notte. Il cellulare è stato restituito al legittimo proprietario. 

Il 22enne, invece, è stato processato per direttissima questa mattina. Una lunga sfilza di precedenti che, uniti alle ultime “imprese”, hanno spinto il giudice a convalidare l’arresto: per lui, il divieto di uscire dal Comune di residenza (Albenga) e di notte, dalle 20 alle 7, anche il divieto assoluto di uscire dalla propria abitazione. 

I controlli messi in atto in modo serrato dal Commissariato di Alassio, coadiuvato dai colleghi di Genova e Reggio Emilia, ha anche portato all’identificazione, e in alcuni casi al fotosegnalamento, di una decina di giovani a spasso per la Città del Muretto, tutti di età compresa tra i 16 e i 21 anni e con precedenti, provenienti dal Piemonte (Biella, Racconigi, Saluzzo, Mondovì, Savigliano, Torino etc.). 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.