IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid: dalla Regione 7,8 milioni di euro per paritarie, mense scolastiche e trasporti disabili

Cavo: "Sosteniamo chi è stato più colpito dall'emergenza e deve ripartire"

Genova. La giunta regionale ha stanziato oggi 7,8 milioni di euro a valere sul fondo sociale europeo per attivare tre bandi a sostegno di tre differenti settori e categorie colpite dall’emergenza Covid-19.

Scuole paritarie. Sono stati stanziati 2,8 milioni di euro per l’erogazione di voucher destinati alle scuole paritarie di ogni ordine e grado. Nell’ottica di sostenere la libera scelta educativa delle famiglie e consentire il contenimento delle rette evitando l’incremento dovuto agli extra costi delle normative antiCovid-19, le famiglie potranno presentare domanda tramite gli istituti a cui iscrivono i propri figli, dall’infanzia alla scuola secondaria di secondo grado.

Sarà, sulla base dello stesso meccanismo attuato per i voucher dei centri estivi, la struttura a presentare la richiesta di contributo a Filse per conto delle famiglie, accendendo al sistema di bandi online di Filse. Il contributo previsto sarà di 160 euro una tantum pro quota bambino e alunno.

“Si tratta di una misura inedita ed eccezionale, così come straordinaria ed emergenziale è la situazione che il sistema delle scuola paritaria, dall’infanzia all’istruzione superiore, si è trovato a fronteggiare – spiega l’assessore regionale alla Formazione e Istruzione Ilaria Cavo – Abbiamo voluto dare un sostengo al sistema dell’educazione e istruzione paritaria fortemente in crisi, per fare in modo che le famiglie possano trovare ancora il servizio a settembre e quindi possano ancora fare una scelta libera per l’educazione dei loro figli”

“I voucher resteranno alle strutture ma eviteranno l’aumento delle rette e saranno uno stimolo per molti istituiti a rischio chiusura. Le famiglie potranno contare su rette calmierate, grazie a questo investimento, ma anche sui tradizionali bonus di iscrizione e frequenza che verranno erogati in maniera diretta ai nuclei familiari da Regione Liguria annualmente”, aggiunge Cavo.

Il bando dei voucher Fse appena approvato resterà aperto dal 18 agosto fino al 18 settembre, fino a esaurimento dei fondi.

Trasporto dei soggetti fragili. Sono stati stanziati 2milioni e 200mila euro di fondi Fse per l’erogazione di bonus per agevolare gli spostamenti su taxi e il servizio noleggio con conducente (ncc) a favore di soggetti fragili residenti in Liguria, ovvero: persone affette da malattie rare, persone con esenzioni per patologie che comportino problemi di deambulazione certificati da medico specialista o da commissione medica, donne in gravidanza, persone in possesso di riconoscimento di invalidità civile al 100% con o senza accompagnamento. Gli aventi diritto potranno avere un bonus da 250 euro spendibile in un massimo di 30 euro a corsa.

“Nell’ambito della riprogrammazione del Fondo sociale europeo a seguito dell’emergenza Covid-19 abbiamo voluto dare una risposta a quei soggetti fragili che hanno necessità di spostarsi nelle condizioni di maggior cautela. Una misura importante che incentiva contemporaneamente l’uso dei taxi e va a sostenere una categoria colpita a sua volta dall’emergenza”, afferma l’assessore Cavo.

Per accedere al bonus le domande dovranno essere presentate tramite la sezione “Bandi on line” del sito Filse a partire dalle 8.30 del 15 settembre fino al 15 ottobre 2020, fino ad esaurimento delle risorse. Gli aventi diritto potranno ritirare presso uno degli sportelli di Banca Carige una card su cui sarà accreditato il voucher da 250 spendibile fino al 30 giugno 2021. Le spese di trasporto pagabili con il bonus dovranno essere sostenute entro il 30 giugno 2021.

Lavoratori mense e pulizie. Approvato in Giunta regionale il piano di sostegno da 1,8 milioni di euro per gli addetti alle mense e alle pulizie degli istituti scolastici che si sono trovati in difficoltà a causa della chiusura delle scuole durante l’emergenza Covid-19 e a causa della sospensione estiva delle prestazioni di lavoro.

Le risorse finanziarie, a valere sul Fondo Sociale Europeo (FSE) 2014-2020, sono così suddivise: 1,6 milioni di euro per l’erogazione dei bonus a sostegno dei redditi dei lavoratori e 200 mila euro per le azioni formative finalizzate al trasferimento delle competenze necessarie per la ripresa dell’attività lavorativa in sicurezza. Le domande, che saranno esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione, potranno essere presentate sul sito di Filse dalle ore 8.30 del 12 agosto 2020 fino al 31 agosto 2020.

“La delibera fa seguito all’accordo sindacale stipulato il 17 luglio scorso tra Regione e le Organizzazioni sindacali (CGIL, Cisl, UIL Liguria) per venire incontro a una categoria di lavoratori ignorati da tutti i decreti governativi e che hanno iniziato per primi a pagare le conseguenze del lockdown”, spiega l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.