IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Controlli della Polfer nelle stazioni e sui treni liguri: oltre mille persone identificate e 12 denunce

Gli accertamenti avevano l'obiettivo di garantire la sicurezza di quanto hanno deciso di visitare il nostro territorio servendosi del trasporto ferroviario

Più informazioni su

Liguria. E’ di 12 persone denunciate il bilancio dei maggiori controlli messi in atto dalla Polizia Ferroviaria della Liguria nel periodo di ferragosto, che coincide con il momento di maggiore afflusso di turisti e viaggiatori nelle stazioni della nostra regione. Gli accertamenti avevano, ovviamente l’obiettivo di garantire la sicurezza di quanto hanno deciso di visitare il nostro territorio servendosi del trasporto ferroviario.

Nell’ultima settimana, presso le principali stazioni della Liguria, sono stati eseguiti 220 servizi di vigilanza identificando 1.090 persone, di cui 401 stranieri. Nello stesso periodo sono stati scortati 19 convogli ed effettuati 4 pattuglioni straordinari. L’attività ha consentito di denunciare 12 persone per reati contro il patrimonio, contro la persona e per violazioni alla normativa sull’immigrazione.

Per innalzare ulteriormente i livelli di sicurezza negli scali ferroviari, lo scorso giovedì è stata disposta, nelle maggiori stazioni ferroviarie italiane, l’operazione “Alto Impatto”. A Genova Piazza Principe i controlli sono stati effettuati con la collaborazione del Reparto Prevenzione Crimine “Liguria” e Unità cinofile della Questura di Genova, permettendo di controllare in modo capillare il flusso dei viaggiatori in tutto il territorio ferroviario.

Nel corso dell’attività, che ha visto in totale il controllo di 212 persone, è stato arrestato un cittadino marocchino per resistenza, lesioni e danneggiamento, due persone sono state segnalate amministrativamente per possesso di sostanze stupefacenti e sono stati sequestrati 7,14 grammi di marijuana. In particolare, lo straniero di 27 anni, regolare sul territorio nazionale, al momento del controllo ha mostrato insofferenza arrivando ad insultare gli agenti operanti. Condotto in ufficio ha continuato con lo stesso atteggiamento e successivamente, sempre più alterato, si è scagliato contro la pattuglia e ha danneggiato un muro dell’ufficio. I due agenti che hanno poi immobilizzato l’uomo, sono ricorsi alle cure dei sanitari.

Sono stati numerosi, infine, gli interventi in tutta la regione per il sovraffollamento dei treni: nella maggior parte dei casi, per garantire il rispetto delle norme anti-Covid, si è reso necessario far scendere i viaggiatori dai convogli trasferendoli, insieme al personale di Trenitalia, su altri treni o a bordo dei pullman sostitutivi di linea.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.