IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciangherotti (FI): “Valorizzare comparti agricoltura e turismo elevando gli standard qualitativi”

“Tra le iniziative interessanti da prevedere quella della vendita diretta del vino all'enoturista”

Liguria. “Valorizzare i comparti dell’agricoltura e del turismo elevando gli standard qualitativi”. É quanto propone Eraldo Ciangherotti, consigliere comunale e provinciale di Forza Italia e candidato alle prossime elezioni regionali 2020 per sostenere l’enoturismo.

“Tra le iniziative interessanti da prevedere quella della vendita diretta del vino all’enoturista che visita l’azienda con possibilità di poter far degustare prodotti a chilometro zero. Credo che ciò costituisca un’opportunità importante per il settore vitivinicolo, tanto in ottica di promozione quanto di diversificazione delle entrate”, ha spiegato Ciangherotti.

“I Consorzi, in questo scenario sicuramente influenzato dalla pandemia, si attribuiscono un compito strategico, che va oltre il lavoro qualitativo legato alla produzione e abbraccia anche gli aspetti turistici della filiera, partendo dal ruolo di collante tra i produttori associati e gli stakeholder esterni, pubblici e privati”, ha aggiunto ancora.

“Necessario prevedere anche un’azione di promozione ‘diretta’ e combinata del prodotto-bottiglia, dei luoghi e della cultura del territorio, verso il mercato domestico e quello internazionale, Stati Uniti e Germania in testa, che sono i principali importatori del vino italiano e anche i principali bacini di domanda per il nostro incoming turistico”.

“L’albenganese e non solo sono zone strutturate in modo da affrontare, attraverso un approccio multidisciplinare, i molteplici aspetti del mondo del vino, coniugando conoscenze storico-culturali con strumenti di comunicazione tradizionale e digitale, regole di degustazione con tecniche di narrazione e storytelling. Territori un tempo destinati solo alla produzione agricola grazie all’enoturismo hanno la possibilità di essere rivitalizzati e divenire mete turistiche d’eccellenza”.

“Queste nuove forme di turismo esperienziale necessitano di una comunicazione efficace senza la quale si rischia di perdere attrattività verso i turisti e, di conseguenza, risorse economiche per il territorio. Usi accorti e competenti delle tecniche comunicative digitali e tradizionali si profilano sempre più come strumenti strategici per la valorizzazione dei prodotti enologici e delle zone di cui sono espressione”, ha concluso Ciangherotti. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.