IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairese-Bragno, Giribone: “Ci sono tante note positive”

Riguardo a Giacchino, "la settimana prossima andrà ad iniziare la stagione col Genoa, ma se dovesse rimanere da noi saremmo contentissimi"

Cairo Montenotte. Nella serata di ieri la Cairese ha prevalso, nella partita amichevole giocata al Brin, sul Bragno, squadra che milita in Promozione.

Giribone

I gialloblù si sono imposti per 2 a 0, fornendo una prestazione incoraggiante, come conferma il direttore sportivo Matteo Giribone, intervistato dall’ufficio stampa della società valbormidese.

Le partite di agosto sono sempre indicative – spiega Giribone -, ma lasciano sempre un po’ il tempo che trovano perché alla fine ci sono tante componenti in gioco: la stanchezza dei giocatori, la capacità che hanno di stare nella partita che vengono prese nella maniera giusta per il periodo che non è quella di una partita ufficiale. Soprattutto queste sono partite che vengono dopo sei mesi di stop“.

Nel primo tempo la squadra ha fatto un’ottima partita – analizza il Ds -; è ovvio che nel primo tempo abbiamo sbagliato tantissimi gol, troppi, doveva finire con un altro risultato. Ma ripeto, i gol sbagliati vanno bene adesso, non c’è problema, perché poi sappiamo benissimo che durante l’anno i gol li faremo, perché questa squadra li ha sempre fatti. Secondo tempo con tanti ragazzini in campo, praticamente tutti giovani. È finita 2 a 0 con i gol di Tubino e Pastorino, ci sono sicuramente tante note positive“.

Alessi ha giocato alle spalle della coppia d’attacco. “Diego è un giocatore che nella sua carriera ha fatto anche il centrocampista, può fare qualunque ruolo – dice Giribone -. Ovvio che dentro l’area di rigore ti dà una certezza che, se la palla è lì, difficilmente lui la sbaglia. È naturale ed è giusto che il mister provi, sta provando perché ci sono delle soluzioni da adottare, anche perché comunque ci sono giovani che devono giocare in determinati ruoli, ci sono dei meccanismi da rodare ed è giusto che queste sono partite che vanno fatte per trovare la quadra in vista della Coppa Italia. Mancano ancora quindici giorni, che sono tanti ma sono anche pochi”.

Giacchino si è mostrato un ragazzo molto interessante. “È qua con noi, si sta allenando con noi e probabilmente la settimana prossima andrà ad iniziare con la Primavera o Berretti del Genoa. Ci siamo dati disponibili a far sì che il ragazzo si allenasse con noi; è un 2003 che ha grossissime qualità, e si vede, l’ha già dimostrato in queste due partite. Gli auguro con tutto il cuore, perché è bravo, che rimanga a Genova col Genoa; se poi non dovesse rimanere, noi siamo contentissimi che rimanga con noi, perché i giovani bravi li facciamo giocare volentieri. Per il resto, il mercato in entrata, o arriva o lui o è finito, perché mi sembra che ci sia una rosa ampiamente competitiva anche a livello numerico. In uscita vediamo, perché è nello stile della Cairese che i giovani in cui noi crediamo, e che capiamo che quest’anno qua possono avere poco spazio per una serie di motivi, stiamo cercando di capire se per il loro bene è meglio darli a giocare in squadre come il Bragno, il Millesimo, l’Aurora, la Carcarese, per poi capire se possono stare con noi un altr’anno, cosa che abbiamo già fatto con altri nostri giovani” conclude il direttore sportivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.